Susa: il Movimento 5 Stelle in Regione chiede chiarimenti sull’Ospedale "Sull'ordine di servizio della Direzione verso il dottor La Brocca"

Susa, l'OspedaleSusa, l'Ospedale

La Botega del Gelatè

SUSA – Scrive il consigliere del Movimento 5 Stelle Francesca Frediani sull’Ospedale di Susa. “Punito per aver denunciato le carenze di personale e le difficili condizioni di lavoro all’ospedale di Susa durante l’emergenza Covid-19? L’istituzione di una commissione ispettiva e l’ordine di servizio della Direzione Generale verso il dottor La Brocca non sembrano affatto rispondere a reali esigenze ispettive o riorganizzative. L’eventuale minaccia della Direzione dell’ASL TO3 di avviare provvedimenti disciplinari nei confronti del direttore della Struttura Complessa di Medicina dell’Ospedale di Susa suonerebbe così come un avvertimento. Meglio il silenzio o scatta la punizione. E non è la prima volta che l’ASL TO3 si trova nell’occhio del ciclone. Vedasi la questione legata all’indagine della procura di Torino sugli incarichi e sulle commesse gestite da SCR e ASLTO3“.

LA SITUAZIONE DELL’OSPEDALE DI SUSA DURANTE L’EMERGENZA COVID

Scrive poi l’esponente dei 5 Stelle. “Chiederemo il prima possibile spiegazioni alla giunta regionale e all’assessore Icardi affinché si faccia luce sulla vicenda e si chiarisca quale sia esattamente il programma operativo per la gestione dell’emergenza Covid-19 in riferimento al presidio ospedaliero valsusino. In un momento tanto delicato per la sanità pubblica è dovere delle istituzioni ascoltare la voce di chi opera in prima linea, verificando con attenzione ogni testimonianza che possa mettere in luce eventuali carenze del sistema sanitario.  A maggior ragione se si tratta di territori, come quello valsusino, che negli anni hanno subito pesanti tagli“.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!