Crea sito

A Coazze l’assessore regionale Chiorino: “Proporrò un finanziamento per le strutture scolastiche” Con il sindaco Allais il consigliere regionale Ruzzola

Coazze scuola

COAZZE – L’assessore all’Istruzione, Elena Chiorino, in occasione dell’inaugurazione dell’anno scolastico ha visitato la scuola di Coazze. Nel paese della Valsangone ha annunciato il progetto di istituire un capitolo di bilancio per gli interventi di emergenza. Ad oggi l’Ente ha difficoltà a finanziare. “La giunta Cirio vuole essere vicino ai sindaci e ai territori. Garantendo la più elevata efficienza dei servizi per l’istruzione. I ragazzi rappresentano il nostro futuro”· “Un capitolo di bilancio dedicato appositamente all’edilizia scolastica d’emergenza“. E’ quanto annunciato oggi dall’assessore regionale all’Istruzione, Elena Chiorino. In occasione dell’inaugurazione dell’anno scolastico 2019-2020. A Coazze l’esponente della giunta Cirio insieme al sindaco Paolo Allais e al consigliere regionale, Paolo Ruzzola, Chiorino ha visitato le classi e salutato i ragazzi e il personale.

Coazze scuola

UN FUTURO PER LA SCUOLA

Proprio in questa occasione ha confermato l’esigenza, per la Regione, di dotarsi di un capitolo di spesa dedicato all’edilizia di emergenza. “Ad oggi – ha spiegato l’assessore – la Regione ha a disposizione un capitolo dedicato all’edilizia scolastica. Però riguarda la programmazione e, possiamo dire per semplificare il concetto, tutto ciò che riguarda l’ordinaria amministrazione. Quando, invece, per qualsiasi motivo, una scuola si trova da un giorno all’altro nella necessità di interventi rapidi per poterne ripristinare l’agibilità. Quindi l’unica strada percorribile è quella di tentare di reperire risorse attraverso i fondi dell’assessorato ai Lavori Pubblici”. Il consigliere Paolo Ruzzola a margine della visita ha detto. “L’assessore Chiorino è intervenuta grazie all’invito dell’onorevole Daniela Ruffino. E’ il suo un messaggio preciso il futuro di questa struttura“. La scuola Nicoletta di Coazze al primo piano dell’Istituto, che ospita la scuola media. Risulta a tutt’oggi inagibile e necessita di importanti lavori di manutenzione e ristrutturazione.