Crea sito

Giaveno: Marzia Marini si dimette dal Consiglio Comunale rientra Vilma Beccaria Il segretario del PD di Giaveno torna a Palazzo Asteggiano in minoranza

Marzia Marini

GIAVENO – A Giaveno Marzia Marini si dimette dal Consiglio Comunale rientra Vilma Beccaria. La candidata a sindaco del Partito Democratico Marzia Marini si è dimessa. Rientra a Palazzo Asteggiano Vilma Beccaria già presidente del Consiglio Comunale. La Marini in una nota spiega. “Ho presentato in data odierna le mie dimissioni da consigliere comunale.  La mia decisione è frutto di una lunga e attenta riflessione. Ho messo sul piatto della bilancia i miei doveri di madre ed i miei impegni lavorativi come tecnico di audiometria. Purtroppo in talune occasioni non posso abbandonare o trascurare il mio lavoro per gli impegni di consigliere comunale. Da qui è nata la mia decisione di lasciare spazio a chi ha più disponibilità. Mio rammarico è il non avere potuto svolgere un ruolo più incisivo sulla gestione di una cittadina con così tanto potenziale sia dal punto di vista culturale che economico che sociale. In particolar modo sull’aspetto sanitario.  Spero che qualcuno prenda in sera considerazione il mio sogno di creare un parco del benessere per i giavenesi. Dove svolgere attività fisica e socializzare come prevenzione per numerose patologie e per migliorare lo stile di vita. Faccio i miei migliori auguri di buon lavoro a chi mi succederà ed a tutto il consiglio comunale“.

RIENTRA LA BECCARIA

Il segretario del PD giavenese ritorna così in Consiglio Comunale. Nell’ultima legislatura la Beccaria era stata votata e proposta per l’importante ruolo di presidente. Poi prima delle elezioni l’accordo con Carlo Giacone saltò e il PD prese la sua strada. nelle ultime settimane la Beccaria si è dimostrata molto critica con l’attuale amministrazione. Per la marni un passaggio molto rapido in sede di Consiglio. Lei alle ultime elezioni aveva rappresentato il partito di sinistra e una lista civica. Il risultato non aveva premiato il PD che era rimasto con un solo consigliere. Ora per la Beccaria si apre una nuova fase politica. Da neutrale come presidente ad oppositrice in minoranza. Comincerà questa nuova avventura con una mozione sul campo da tiro, argomento che torna ciclicamente in Consiglio Comunale e non trova mai una soluzione.