Villar Dora: ordinanza di risparmio idrico e limitazioni utilizzo acqua potabile Il divieto di prelievo e di consumo di acqua potabile per alcune attività

VILLAR DORA – Villar Dora, ordinanza di risparmio idrico e limitazioni utilizzo acqua potabile. Il Comune invita tutta la cittadinanza, su tutto il territorio Comunale, con decorrenza immediata e sino al termine della criticità idrica che sarà comunicata con revoca della presente ordinanza.

DIVIETO DI UTILIZZO DI ACQUA POTABILE A VILLAR DORA

Il divieto di prelievo e di consumo di acqua potabile per:

  • l’irrigazione ed annaffiatura di orti, giardini e prati
  • il lavaggio di aree cortilizie e piazzali
  • il lavaggio di veicoli privati
  • il riempimento di fontane ornamentali, vasche da giardino, piscine, anche se dotate di impianto di ricircolo dell’acqua
  • tutti gli usi diversi da quello alimentare, domestico ed igienico.

L’ACQUA POTABILE A VILLAR DORA

Il Comune invita altresì la cittadinanza ad un uso razionale e corretto dell’acqua potabile, riconoscendo la massima importanza della collaborazione attiva di tutti i Cittadini. Avverte che il mancato rispetto della presente ordinanza sarà sanzionato ai sensi del D. Lgs. 267/2000 e s.m.i. con l’applicazione della pena pecuniaria ivi prevista. Dispone che la presente ordinanza sia rese nota alla cittadinanza mediante la pubblicazione all’Albo Pretorio Digitale. L’adozione di efficaci misure di controllo da parte della Polizia Municipale e delle altre Forze dell’Ordine, tese a far rispettare l’ordinanza medesima, nonché a perseguire eventuali prelievi abusivi (idranti, ecc.). Che avverso il presente provvedimento può essere proposto ricorso avanti al TAR competente entro 60 giorni dalla data di pubblicazione della presente Ordinanza od in alternativa, ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni.

NOTIZIE DELLA VALSUSA, VAL SANGONE E CINTURA DI TORINO

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale YouTube L’Agenda News.