Crea sito

Per Sant’Antonio di Ranverso un presidente dopo 16 anni di commissari Guida la fondazione l’economista Angelo Miglietta

sant'antonio Ranverso

BUTTIGLIERA ALTA –  La Chiesa di Sant’Antonio di Ranverso non ha più un commissario. Dopo 16 anni, si è chiuso il lunghissimo commissariamento della Fondazione Ordine Mauriziano. Il premier Conte ha nominato alla presidenza l’economista Angelo Miglietta, vicino alla Lega di Salvini, già segretario del Fondazione CRT. Esce di scena il commissario Giovanni Zanetti. Faranno parte del nuovo CDA l’economista Paolo Biancone, Cinque Stelle, nominato dal Ministero del Tesoro e l’avvocato Luigi Chiappero. Quest’ultimo in quota PD, indicato dalla Regione nella passata gestione di Chiamparino.

Angelo miglietta

LA FONDAZIONE ORDINE MAURIZIANO

Istituita con decreto legge nel 2004, la Fondazione Ordine Mauriziano è erede del patrimonio dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro. Nato nel 1573 per volere di Emanuele Filiberto  Duca di Savoia. Nasce dalla fusione dell’Ordine Cavalleresco e Religioso di San Maurizio del 1434 con l’Ordine per l’assistenza ai Lebbrosi di San Lazzaro del 1090. Perché la “milizia cavalleresca” si volga agli “uffici pietosi verso gli infermi”.

L’attività ospedaliera dell’Ordine si sviluppa in autonomia, con gli altri compiti di beneficienza, istruzione e culto. Fino al trasferimento alla diretta gestione regionale, libera da debiti, con la nascita della Fondazione che ne assume l’onere. Fu una complessa procedura di liquidazione. Risolto il tema del debito sanitario, la Fondazione svolge nella pienezza delle funzioni l’attuazione dei residui scopi dell’Ordine.

sant'antonio Ranverso

SANT’ANTONIO DI RANVERSO

In particolare: la conservazione e valorizzazione del Patrimonio Culturale Mauriziano. I beni sono: la Palazzina di Caccia di Stupinigi, l’Abbazia di Santa Maria di Staffarda, la Precettoria di Sant’Antonio di Ranverso. Inoltre l’Archivio Storico, oltre alla Basilica Mauriziana di Torino, ai molti altri monumenti e luoghi di culto e alle componenti immateriali di preservazione della memoria.