Rivoli, inaugurato il nuovo punto Smat In via Adamello il chiosco ha iniziato a sgorgare acqua

RIVOLI – Oltre tre milioni di bottiglie, di plastica, 377 chili di CO2 e più di 400mila euro risparmiati dalle famiglie. È il resoconto di quattro anni di attività dei chioschi smat che dal 2013 ad oggi permettono ai cittadini di imbottigliare acqua pulita, potabile e soprattutto buona, con il conseguente risparmio di denaro per le famiglie che usufruiscono del servizio offerto dalle “casette dell’acqua”. Ai tre punti Smat presenti nella città di Rivoli – giardini Falcone, piazza Aldo Moro, piazza della Repubblica- oggi va ad aggiungersi una new entry: quello presente in via Adamello.

L’inaugurazione

Amministrazione, consiglieri, il presidente della Smat e soprattutto i bambini delle scuole rivolesi hanno presenziato all’avvio del nuovo chiosco, che oggi ha iniziato a funzionare, offrendo il suo primo bicchiere d’acqua. “Una giornata importante- ha affermato l’assessore all’ambiente Massimo Fimiani -. I cittadini hanno compreso l’importanza di bere l’acqua pubblica”. Sono infatti circa mille i litri d’acqua rilasciati da ogni chiosco, un’acqua che può essere anche essere definita “spaziale”, perché la Smat la invia anche nella stazione spaziale internazionale, per rifornire gli astronauti americani e russi.
Per i primi quindici giorni, fino al 9 febbraio quindi, tutti i prelievi d’acqua saranno gratuiti, dopodiché il prezzo sarà di 5 centesimi al litro per la frizzante, mentre imbottigliare quella naturale non avrà alcun costo.