Piemonte: incidente funivia Stresa-Mottarone, si aggrava il bilancio che sale a 13 morti. Gravi due bambini La tragedia sarebbe stata causata dal cedimento di una fune

STRESA – Grave incidente sul Mottarone, nella zona di Stresa, in provincia di Verbania, dove si è staccata una cabina della funivia. Sono tredici le vittime della tragedia. È stato estratto dalle lamiere un altro corpo senza vita. Lo riferiscono i soccorritori. Due i feriti: due bambini ricoverati in codice rosso all’ospedale Regina Margherita di Torino Il bilancio definitivo del tragico incidente è di 13 vittime e due feriti gravi elitrasportati a Torino. L’assessore regionale al Welfare, Chiara Caucino, ha espresso profondo cordoglio per le vittime del grave incidente che si è verificato sulla funivia Stresa-Mottarone, nel Verbano Cusio Ossola, augurando che vengano immediatamente individuate eventuali responsabilità. Anche che vengano messe in campo tutte le azioni affinché, episodi del genere non possano più ripetersi.

A STRESA

In momenti come questi ogni parola rischia di risultare retorica o fuori luogo – spiega Caucino – ma il mio dolore è davvero immenso e un pensiero non può che essere dedicato alle famiglie degli scomparsi e ai bimbi, di 9 e 5 anni, che ora versano in gravi condizioni. Il dramma e l’angoscia di questo momento aumenta ancora di più il mio desiderio di capire come sia possibile che, oggi, possano verificarsi tragedie di questa portata in un impianto che, oltretutto, era stato chiuso nel 2014 per una revisione generale e che aveva riaperto nel 2016 dopo due anni di lavori di manutenzione e ammodernamento. Auspico pertanto  che le indagini sull’incidente siano solerti ed efficaci e che, qualora vengano individuate eventuali responsabilità, chi ha sbagliato paghi fino in fondo. Non riesco ad accettare che nel 2021 possano verificarsi tragedie come questa”.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale YouTube L’Agenda.