Il 18 aprile i Granatieri di Sardegna festeggiano il 364° dalla fondazione

granatieri sardegna

TORINO – Il 18 aprile i Granatieri di Sardegna festeggiano il 364° dalla fondazione

IL 364° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DEL REGGIMENTO GUARDIE

E’ uso che i Granatieri, in occasione della ricorrenza della fondazione della Specialità, che cade il 18 aprile, rievochino i momenti salienti della propria storia. Lo fanno indossando le uniformi dell’epoca e creando dei quadri animati, mentre la Musica reggimentale intona motivi evocativi. Si realizza così un evento molto efficace per tramandare i fatti d’arme attraverso cui si snoda la storia di valore e di amor di patria di questi soldati. In occasione dei raduni nazionali, il 1° reggimento “Granatieri di Sardegna” condivide tale rievocazione con i radunisti, offrendola altresì alla cittadinanza che li ospita, orgogliosi per la loro tradizione di servizio alla Patria.

I GRANATIERI DI SARDEGNA

I Granatieri di Sardegna operano sul territorio nazionale per garantire la difesa della Patria, la sicurezza dei cittadini e la salvaguardia delle libere istituzioni. In caso di emergenze e calamità ambientali intervengono nel quadro dei dispositivi della Protezione civile. All’estero trovano periodico impiego nelle operazioni di peacekeeping. A Roma, un loro reparto è designato per rendere gli onori nell’ambito del Cerimoniale di Stato presso gli Organi costituzionali. Questo particolare ruolo li mantiene legati alle proprie origini, quando furono istituiti per volontà del Duca Carlo Emanuele II di Savoia, come guardia d’ordinanza. Dunque, il Corpo dei Granatieri di Sardegna vanta oggi 364 anni di storia. E ad esso L’Esercita Italiano fa riferimento per definire la sua prima origine. Fu appunto quel Duca, Carlo Emanuele II di Savoia, a “dare la levata” al reggimento delle Guardie, in Torino, il 18 aprile 1659, come guardia personale e per le numerose guerre che quei Duchi combatteranno incessantemente per mantenere in vita il Ducato, per trasformarlo in Regno e infine per unificare l’Italia.

“TANTO ESEGUITE E CHE DIO NOSTRO VI CONSERVI”

Nel corso dei 364 anni è mutata la forma istituzionale dello Stato: Ducato di Savoia, Regno di Sardegna, Regno d’Italia, Repubblica Italiana e le strutture ordinative dell’Unità: Reggimento Guardie, Brigata Guardie, Brigata Granatieri Guardie, Brigata Granatieri di Sardegna, ma nulla è cambiato nello spirito degli uomini che nel corso dei secoli hanno militato tra le fila dei Reparti Granatieri, i quali, operando con onore militare e ferrea disciplina e all’ombra della Bandiera simbolo dello Stato, sono sempre rimasti fedeli alle parole del Duca fondatore: “Tanto eseguite e che Dio nostro vi conservi”.

L’AGENDA, TUTTE LE NOTIZIE! COME?

Visita il sito internet. Iscriviti alla pagina Facebook, clicca “Mi Piace” e non perderti più nemmeno una notizia! Segui L’Agenda su InstagramTwitter e YouTube.