Green Pass Italia ed Europa, come funzionerà e averlo: ecco come torneremo a viaggiare Il certificato sarà un documento cartaceo o elettronico

TORINO – La Commissione europea ha presentato una proposta per creare un certificato digitale, Green Pass, per facilitare la libera circolazione sicura dei cittadini nell’UE durante la pandemia Covid. Mentre arriva il green pass nazionale italiano. Come sarà il certificato e come funzionerà? Ecco i dettagli sul Green Pass, il Certificato Verde Digitale sarà un documento cartaceo o elettronico che attesterà che una persona sia stata vaccinata con seconda dose per il Covid da massimo sei mesi. Bisogna anche che abbia effettuato un test, risultato negativo, al Covid entro 48 ore. E inoltre sia guarito dal Covid da massimo sei mesi, se ne è stato affetto.

claviere confine

GREEN PASS ITALIA

Quello nazionale, italiano e quello europeo. Il green pass italiano. In contemporanea, l’Italia ha istituito un proprio green pass nazionale, con un decreto di aprile, e lo stesso hanno fatto alcune Regioni. Tutto è al momento bloccato dal Garante privacy e il relativo certificato, pure ottenibile dal cittadino, non ha utilizzi effettivi. Il pass è cartaceo, in partenza, per poi passare alla piattaforma tecnologica europea. Il green pass italiano permette tutto questo e anche lo spostamento su regioni arancioni e rosse per motivi turistici e sostituisce l’autocertificazione. Nel decreto si legge che il Governo si riserva la facoltà di legare il green pass anche all’accesso a eventi, fiere, spettacoli. Il documento deve essere ancora definito in base alle indicazioni che fornirà il ministero della Salute.

GREEN PASS EUROPA

Quello europeo sarà a breve lo standard; quello italiano mira ad anticiparlo di qualche settimana per favorire le prenotazioni turistiche. Il Green Pass o Certificato Verde Digitale si basa su un codice QR che contiene una firma digitale per proteggerlo dalla falsificazione. Sarà gratuito, redatto nella lingua nazionale del paziente e in inglese, valido in tutti i paesi dell’Unione Europea, Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera. L’Europa ha fatto sapere che arriverà dal 10 maggio in sperimentazione in dieci Stati tra cui l’Italia e sarà attivo tecnicamente dal primo di giugno, con obiettivo di implementazione nazionale entro giugno. Un regolamento UE ad hoc stabilirà le regole del green pass.

COME AVERLO

Cosa contiene il certificato, Green Pass. Ogni ente emittente ad esempio un ospedale, un centro di test, un’autorità sanitaria, avrà la propria chiave di firma digitale. Tutte queste saranno memorizzate in un database sicuro. Per controllare il certificato sarà necessario scansionare il codice QR così da verificare la firma e leggere i dati. Il certificato verde digitale conterrà soltanto le informazioni necessarie come il nome, la data di nascita, la data di rilascio, le informazioni rilevanti sul vaccino/test/guarigione e un identificatore unico.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!