A Buttigliera un week-end in rosa tra libri, incontri e sport 151 buttiglieresi all’edizione 2018 di “Just the woman I am”

BUTTIGLIERA ALTA – Grande successo per la tre giorni dedicata alla riflessione e alla celebrazione sul ruolo della donna nella società, promossa dall’Assessorato alle Pari Opportunità, in occasione dell’imminente “Giornata internazionale della donna” dell’8 marzo. “Siamo grati per la grande risposta di partecipazione che le nostre concittadine e i nostri concittadini ci hanno riservato – commenta il Vicesindaco Laura Saccenti – Una risposta tanto più significativa, in quanto rivolta a divulgare tematiche su cui non si possono mai spegnere i riflettori, come dimostrano purtroppo le cronache di questi giorni. Puntiamo, con queste iniziative, a valorizzare l’importanza del ruolo della donna e dell’inclusione nella nostra società”.

Le iniziative svolte in questi giorni

L’iniziativa prosegue nel solco della grande attenzione da sempre riservata dall’Amministrazione Comunale alle tematiche di genere. Per l’edizione 2018, l’Assessorato guidato dal Vicesindaco Laura Saccenti ha centrato la riflessione su due filoni tematici. Il primo, celebrato venerdì pomeriggio, ha ripreso la declinazione del ruolo femminile nelle professioni, quale contributo fondante alla crescita della società.

L’attenzione è quindi caduta su uno dei mestieri più frequentato dalle donne: la maestra di scuola primaria. Scelta vincente, che ha attirato l’attenzione di un numeroso pubblico, riempiendo la sala consigliare del municipio. Protagonista del pomeriggio, la storica e giornalista rivolese Bruna Bertolo ha presentato il suo libro “Maestre d’Italia”, ripercorrendo l’evoluzione storica di un ruolo fondamentale per la formazione non solo culturale, ma anche umana di ognuno. L’intervento della Bertolo è stato accompagnato da una mostra di arredamenti e attrezzature scolastiche d’epoca, che ha trasformato la sala consigliare nell’aula di una scuola deamicisiana. Significativa anche la chiusura, con la testimonianza di Margherita e Marta: due giovani donne con sindrome di Down, specchio del successo di un percorso scolastico inclusivo, sfociato nella loro piena partecipazione alla vita sociale. Oggi, sono entrambe impiegate e sportive.

Il secondo filone, prendendo il testimone da Margherita e Marta, si è spostato sullo sport. Sabato, il pomeriggio è stato dedicato a una gara a bocce al femminile, riempiendo il bocciodromo di Ferriera di diverse signore. Gran finale, domenica, con l’ottima partecipazione, a Torino, di 151 buttiglieresi all’edizione 2018 di “Just the woman I am”: la corsa non competitiva di raccolta fondi per la ricerca universitaria contro i tumori.