Crea sito

Villar Focchiardo, 3 casi positivi al Coronavirus e un decesso Una persona ricoverata in ospedale e due in isolamento

Villar Focchiardo, il MunicipioVillar Focchiardo, il Municipio

VILLAR FOCCHIARDO – Villar Focchiardo, 3 casi positivi al Coronavirus e un decesso. Il Comune di Villar Focchiardo ha comunicato la situazione aggiornata a oggi, 24 marzo. 3 sono i casi positivi al Coronavirus, di cui uno ricoverato in ospedale e due in isolamento domiciliare, un caso di isolamento fiduciario domiciliare. Purtoppo vi è anche un decesso. Un’altra vittima dopo le persone decedute a Condove, Susa, Borgone e Meana di Susa. Questa volta è un residente di Villar Focchiardo. “L’Amministrazione comunale e la comunità villarfocchiardese si stringono intorno ai famigliari del nostro concittadino defunto” scrive il vicesindaco Eugenio Di Gaetano. Continua “Le persone interessate sono seguite dal Servizio Sanitario e supportate dai volontari della Protezione Civile. Conto sul senso di responsabilità di tutti stando a casa e limitando gli spostamenti allo stretto necessario”.

LE RACCOMANDAZIONI

  • uscire di casa solo per esigenze lavorative, motivi di salute e necessità. Ove richiesto, queste esigenze vanno attestate mediante autodichiarazione. Una falsa dichiarazione è un reato.
  • evitare ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico.
  • è fatta espressa raccomandazione a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o immunodepresse di evitare di uscire da casa.
  • mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.
  • si raccomanda di limitare, ove possibile, gli spostamenti delle persone fisiche ai casi strettamente necessari.
  • ai soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5° C) è fortemente raccomandato di rimanere a casa. Limitare al massimo i contatti sociali, contattando il proprio medico curante.
  • le persone che sono in sorveglianza sanitaria e in isolamento fiduciario devono mantenere lo stato di isolamento per 14 giorni dall’ultima esposizione.
  • in caso di comparsa di sintomi la persona in sorveglianza deve avvertire immediatamente il medico di medicina generale.
  • lavarsi spesso le mani  e utilizzare i presidi medici per la prevenzione del contagio.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!