Forte Chaberton, 21 giugno 1940: “Terminava l’opera, iniziava la leggenda” di MAURO MINOLA

Chaberton

CESANA TORINESE – Chaberton, 21 giugno 1940: “terminava l’opera, iniziava la leggenda”. L’epopea del “forte delle nuvole” rivive nel primo video documentario dell’Associazione “Monte Chaberton”. Purtroppo quest’anno, come tante altre manifestazioni, anche l’annuale commemorazione di Cesana della Battaglia delle Alpi e dell’epopea della Batteria Chaberton non si è potuta tenere. Ma i volontari dell’Associazione “Monte Chaberton-515ª Btr. Gaf” non si sono dati per vinti. Non si può celebrare in presenza, celebriamo con l’ausilio delle nuove tecnologie, è stato il motto. Presto a dirsi, più arduo a farsi. Ma alla fine, ecco la realizzazione di un video documentario commemorativo sulla storia e l’evoluzione di quella che fu la batteria più alta d’Europa.

21 Giugno 1940, La Leggenda dello Chaberton – Documentario

Un viaggio completo alla scoperta della Batteria dello Chaberton, dalla nascita alla distruzione in quel fatidico 21 Giugno 1940.Gli storici della nostra Associazione vi narreranno della sua costruzione, delle forze in campo, dell'ardita teleferica che lo riforniva, della salita per raggiungerlo, del Vallo Alpino, degli oggetti appartenuti agli artiglieri e la vita nel presidio, della dichiarazione di guerra, della Battaglia delle Alpi fino alla sua epopea.

Gepostet von Monte Chaberton – 515 Batteria Guardia alla Frontiera am Sonntag, 28. Juni 2020

IL VIDEO DOCUMENTARIO

Riccardo Tabasso alla regia, Emanuele Mugnaini alla voce narrante. Gli esperti dell’Associazione, Ottavio Zetta, Fabrizio Coniglio, Diego Drago, Fabio Cappiello e Davide Corona, si alternano ad illustrare i diversi aspetti tecnico-logistici e militari relativi all’installazione ed al suo presidio di artiglieri in forza alla 515ª Batteria Guardia alla Frontiera, nell’ambito della più ampia organizzazione difensiva del “Vallo Alpino”. Suggestive inquadrature a Cesana e nell’eterea nebbia sulla vetta della montagna, ci riportano a quei tragici giorni di ottant’anni fa, a quel 21 giugno 1940. Quando le artiglierie francesi, comandate dal tenente Miguet, distrussero sei torri del forte, causando la morte di dieci artiglieri, tra cui la Medaglia d’Oro al Valor militare Ferruccio Ferrari. Dieci giovani vite spezzate in una guerra che è persino difficile ricordare. Ma che ogni anno, con costanza, l’Associazione vuole degnamente celebrare presso il monumento ai Caduti dello Chaberton.

Il video, che si è anche avvalso della consulenza storica di Mauro Minola e dell’appoggio logistico dei giovani Jody Vasone e Marco Siano, è disponibile sul sito www.montechaberton.it, sul profilo Facebook  ”Monte Chaberton-515ª Batteria Guardia alla Frontiera” e sul canale associativo Youtube.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!