Teatro Almese: I Fantastorie nel musical “La Piccola Sirena” Sabato 5 dicembre al Teatro Magnetto di Almese, alle ore 20,30

ALMESE – Sabato 5 dicembre al Teatro Magnetto di Almese, alle ore 20,30, andranno in scena “I Fantastorie”. Tornano in scena e dopo Mary Poppins e la Famiglia Addams ripropongono un altro classico amato da grandi e piccini. Il musical “La Piccola Sirena” nasce da un’idea di Elisa Testa, che reinterpreta in due atti il celebre romanzo “La Sirenetta” dello scrittore Danese Hans Christian Andersen e “La Sirenetta”, capolavoro animato del 1989 e 28esimo Classico Disney. Ariel è una giovane sirena affascinata dal mondo degli umani dei quali colleziona oggetti in una grotta segreta. La cosa non piace però al padre Tritone che la considera una stramberia fuori luogo. Quando Ariele salva il principe Eric dal naufragio se ne innamora e vorrebbe diventare umana per realizzare il suo sogno. L’ostilità del padre la spinge a ricorrere alle arti della strega Ursula che la trasformerà in donna per soli tre giorni durante i quali dovrà ottenere da Eric un bacio per rendere definitiva la propria trasformazione.

IL REGNO DI TRITONE

In cambio di questo incantesimo lascia in pegno la propria voce. Ma Ursula gioca sporco e mira al regno di Re Tritone. Sulle prime Eric non riconosce Ariel e ne nascono disastri che mettono a repentaglio il regno del mare. Ma alla fine l’amore trionfa e tutto torna alla normalità. Ed infatti lo spettacolo stimola anche il pubblico a riflettere sull’amore e su come questo possa unire due mondi diametralmente opposti: la “Piccola Sirena”, infatti parla di un’adolescente che per un gesto d’amore rinuncia alla sua stessa essenza (la sua coda) e lascia la sua “confort zone” per capire un mondo sconosciuto che a affascia essere amata e provare a vivere la passione del vero amore.

NEL MAR

E allora immergetevi in un musical romantico, allegro e ricco di numeri musicali conosciuti e non in cui i bravissimi giovani attori si cimentano contemporaneamente e rigorosamente dal vivo, nel canto, nel ballo e nella recitazione, offrendo una performance in grado di crescere, durante lo spettacolo, fino ad arrivare al finale “In fondo la mar” ballato e cantato tra il pubblico. Le scenografie le proiezioni tridimensionali e le luci poi, vi permetteranno di sentirvi davvero per due ore immersi “in fondo al mar”.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Lavoro in Valsusa. Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale YouTube L’Agenda News.