TAV in Valsusa: l’inizio dei lavori tra Avigliana e Bussoleno è previsto nel 2023 Paolo Foietta: "Dall'Europa un risparmio di quasi 1 miliardo per l'Italia"

pet banner

AVIGLIANA – Riparte il progetto italiano della TAV in Valsusa anche sulle tratte di accesso. Il 15 dicembre, nella sala del Consiglio della Città Metropolitana di Torino, verrà presentato il nuovo programma dei tempi della costruzione della tratta nazionale. Sarà la sede nella quale verranno formalizzate tutte le condizioni necessarie per la compartecipazione economica dell’Unione europea al 50 per cento, mentre per il tunnel di base sale al 55 per cento. Verrà confermando il progetto del 2015, con la galleria sotto la collina morenica tra Rivalta di Torino e Rivoli e l’adeguamento della linea storica tra Avigliana e Bussoleno. Questo appuntamento segue quello della Conferenza intergovernativa a Chambery del 15 giugno. Appuntamento che ha certificato l’intenzione di Italia e Francia di procedere con la realizzazione della TAV Torino-Lione, comprensiva delle due tratte di accesso. A fronte dell’impegno dei due paesi di concludere le rispettive linee interne in concomitanza con la messa in esercizio del tunnel di base nel 2032.

INIZIO LAVORI NEL 2023

L’architetto Paolo Foietta, presidente della Conferenza intergovernativa, spiega. “La tratta italiana in Valsusa e su Rivoli, già presentata da Mauceri nell’incontro con i sindaci del 23 novembre è suddivisa in due. L’adeguamento della linea storica tra Bussoleno e Avigliana e la variante della collina morenica sotto Rivoli. Ha un costo complessivo di 1,9 miliardi, quindi la compartecipazione economica dell’Europea porterà a un risparmio di quasi 1 miliardo per l’Italia. Per quanto riguarda l’adeguamento della linea storica, si sta ultimando la progettazione definitiva per buona parte degli interventi previsti. Tra la fine del 2022 e l’inizio del 2023 inizieranno i lavori. La messa in esercizio è prevista in anticipo rispetto all’altro lotto, quello tra Torino e Avigliana. Il primo treno passerà verosimilmente nel 2032, quando sarà operativa anche la tratta transfrontaliera“.

Paolo Foietta

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Metti mi piace alla pagina YouTube dell’Agenda.