Crea sito

Rubiana: in Borgata Bertolera arriva la Maschera di ferro, tra musica e storia Sabato 1° agosto alle ore 17,45

RUBIANA – A Rubiana in Borgata Bertolera il 1° agosto alle ore 17,45 ecco i racconti sulla Maschera di Ferro. Tra musica e natura un concerto con Claudio Gazzera al violino. Poi Stefano Gianoglio al violoncello e Paolo Leone al cembalo. E’ un viaggio alla ricerca dei verità dichiarate o nascoste. La maschera di ferro ispirò numerosi romanzi e rimane ancora oggi un mistero storico affascinante. Appuntamento sulla terrazza tra Voltaire e Dumas. Un pomeriggio alla corte di re Luigi  XVI di Francia.

LA STORIA

Nel 1662 in Francia regna Luigi XIV, sovrano impegnato in una politica estera aggressiva e bellicosa. Intanto a Parigi il suo popolo muore di fame, e in una remota prigione è rinchiuso un misterioso prigioniero con una maschera di ferro, vessato dai suoi prepotenti guardiani. Mentre D’Artagnan è ancora al servizio del giovane re, gli altri tre moschettieri si sono ritirati da tempo e hanno scelto strade differenti: Athos vive con il figlio Raoul, fidanzato con Christine, che aspira a diventare moschettiere come il padre; Porthos, ormai ingrassato, fa una vita godereccia; Aramis invece è diventato un prete. Quest’ultimo viene chiamato a corte, tramite D’Artagnan, e viene incaricato dal re di scoprire l’identità del generale dei Gesuiti e poi ucciderlo. Infatti i Gesuiti, che sono vicini al popolo, costituiscono per Luigi, giovane ambizioso e arrogante, un grave pericolo per la stabilità del Paese.

IN FRANCIA

Durante una festa all’aperto al Castello di Vaux-le-Vicomte, Luigi mette gli occhi su Christine Bellefort, la fidanzata di Raoul, e, con il pretesto di aver organizzato una “caccia all’unicorno”, riesce a rimanere da solo con lei, tuttavia la giovane donna resiste al corteggiamento del re. Proprio in quel momento un Gesuita tenta di uccidere Luigi, ma viene fermato in tempo da D’Artagnan. Dopo l’attentato Christine scappa con Raoul e Luigi fa chiamare i suoi generali. Dopo aver ricevuto la visita della regina madre per ringraziarlo di avere salvato il figlio e la notizia che Raoul ritirava la richiesta di entrare nel corpo dei moschettieri, D’Artagnan si reca dal vecchio amico Athos, che non vedeva da tempo, per avvertirlo del problema.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!