Crea sito

Rivoli: la Polizia Stradale ferma un ciclista in Tangenziale Pericolo anche per la circolazione

Alberghina Ottica

RIVOLI – La Polizia Stradale di Torino ha fermato un ciclista in Tangenziale. E’ successo  in Tangenziale Sud. Un ragazzo  ha percorso diversi chilometri sulla corsia d’emergenza. Passando a lato di automobili, camion, e motociclette incurante di pedalare in una strada riservata ai veicoli a motore. Poi prima di imboccare lo svincolo per il Moncenisio è stato provvidenzialmente fermato dalla Polizia Stradale. Un comportamento pericolosissimo, immortalato da un automobilista incredulo in un video. Seconda quando dichiarata dagli uffici della Polstrada questo non è il primo caso capitato sull’arteria torinese in questo periodo. Non sono state rese note le generalità del ragazzo fermato in Tangenziale a Rivoli che è poi stato accompagnato fuori dell’autostrada.

IL CODICE DELLA STRADA

Il codice della strada e le bici: un rapporto strano, ambiguo, a volte datato. Quelle norme in cui la bici viene chiamata “velocipede” sembrano provenire da un’epoca passata. In cui le automobili dominavano incontrastate la mobilità urbana ed extraurbana. A volte è proprio così. Le parti del codice della strada che interessano i ciclisti sono confuse, scritte in modo frammentato, a volte contraddittorio. Non è facile a prima vista orientarsi in un mondo così diverso da quello semplice di chi la bici la usa veramente, andando comodamente da A a B, senza le artificiali complicazioni tipiche del linguaggio burocratico. Eppure, proprio in quest’epoca in cui la bici è sulla bocca di tutti, e sempre più persone scelgono di muoversi su due ruote a pedali, è necessario chiarire molti aspetti relativi alla conduzione delle bici secondo il codice della strada.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Gesim Immobiliare