Crea sito

Roberto Borgis ha vinto al medaglia d’oro di Judo ai Campionati Italiani Master "Un buon risultato ma soprattutto emozione, fatica e amicizia"

Roberto Borgis

BARDONECCHIA – Roberto Borgis ha vinto al medaglia d’oro di Judo ai Campionati Italiani Master. Un centinaio di veterani hanno gareggiato a Follonica in occasione del 3° Open d’Italia, quarta prova del Trofeo Master Italia. La manifestazione organizzata alla gara organizzata dal Comitato Regionale Toscano e dal Judo Club Prato, ha registrato i successo del bardonecchiese Roberto Borgis. A questo punto, la lotta per il titolo italiano può comprendere ancora Borgis. Questa vittoria vale l’accesso alle qualificazione per la finale dei Campionati Italiani Master di Torino. Ha detto Borgis al termine della gara. “Un buon risultato ma soprattutto emozione, fatica e amicizia. Grazie a tutti e ad ognuno dei miei sostenitori e amici“.

I CAMPIONATI A TORINO

Le premesse che si ripeta un successo agonistico e organizzativo dell’anno scorso ci sono tutte. Per il 2018 il bilancio fu molto positivo. In agenda dunque i Campionati Italiani Assoluti di judo al PalaRuffini di Torino, città che nel recente passato aveva ospitato la manifestazione già nel 2015. Sul tatami saranno protagonisti gli atleti di casa, tesserati per società piemontesi oppure qui cresciuti prima di essere arruolati nei gruppi sportivi militari. Simbolo dell’eccellenza piemontese del judo è Fabio Basile, campione olimpico di Rio 2016 e 200esimo oro azzurro ai Giochi. Sarà ancora una volta lui a premiare ufficialmente gli atleti. Un modo per appassionarsi e intraprendere una disciplina sportiva formativa per il corpo e per la mente.

JUDO, LO SPORT

Il judo è un’arte marziale, uno sport da combattimento e un metodo di difesa personale giapponese formalmente nato in Giappone nel 1882. I praticanti di tale disciplina sono denominati judoisti o più comunemente judoka. In seguito divenuto ufficialmente disciplina olimpica nel 1964 in occasione delle Olimpiadi di Tokio. Rappresentato alle Olimpiadi di Atene 2004 il terzo sport più universale con atleti da 98 diversi Paesi. Mentre alle Olimpiadi di Londra hanno partecipato 387 atleti da 135 diversi Paesi.

Il judonei primi anni del Novecento conobbe una straordinaria diffusione in Giappone e parallelamente iniziò la sua diffusione nel resto del mondo. Grazie a coloro che avevano modo di entrare in contatto col Giappone. Principalmente commercianti e militari, che una volta apprese le tecniche di base lo importarono poi nei loro paesi d’origine. Non meno importante fu la venuta in Europa intorno al 1915 di importanti maestri giapponesi. In Italia le prime testimonianze si riferiscono a un gruppo di militari appartenenti alla Regia Marina i quali nel 1905 tennero una dimostrazione di lotta giapponese davanti al Re d’Italia Vittorio Emanuele III.