Crea sito

Lavoro in Valsusa, presidio alla ALCAR di Vaie I dipendenti lamentano il mancato pagamento degli stipendi

VAIE – Presidio alla ALCAR di Vaie oggi, lunedì 18 novembre. Molti dipendenti si sono riuniti davanti ai cancelli della nota azienda azienda valsusina. Lamentano il mancato pagamento degli stipendi del mese di ottobre. La ALCAR di Vaie è specializzata nella produzione di serbatoi olio e gasolio e di carrozzerie per il medesimo mercato di riferimento. Oggi nota come ALCAR srl, è il risultato della fusione nel dicembre 2005 , tra la CTM, sita a Lecce, e Alcar S.p.A., sita a Vaie (Torino). La capacità di fornire il mercato europeo della carpenteria sia con particolari strutturali e medio pesanti attraverso lo stabilimento di Lecce, che di carrozzerie e serbatoi attraverso lo stabilimento di Vaie in questi anni hanno fatto di ALCAR un’azienda unica nel panorama europeo. Molta dunque la preoccupazione in Valsusa per un’azienda che ha ricoperto in questi anni un importante ruolo a livello occupazionale.

LA ALCAR

La ALCAR vanta una lunga storia di meccanica industriale. L’azienda costituitasi nel 1962, vive un primo momento di sviluppo e notorietà intorno agli anni sessanta con la realizzazione in proprio di una vasta gamma di attrezzature, di impianti meccanici e macchine speciali per l’agricoltura. La crisi del settore agricolo negli anni Ottanta, impedisce all’azienda di mantenere la posizione competitiva precedentemente conquistata. La ALCAR, quindi, attua una politica di riconversione industriale.

A seguito dell’acquisizione di alcune tecnologie innovative, si orienta verso il mercato della sub fornitura di carpenteria medio-pesante e successivamente anche leggera. I nuovi piani di sviluppo, gli ingenti investimenti in immobilizzazioni, tecnologia e risorse umane portano l’azienda alla certificazione UNI EN ISO 9001:2000 ed ISO 14001:2004. Arriva così a ricoprire un ruolo primario nel settore. La maggiore flessibilità nel processo produttivo che ne è derivata le ha permesso di realizzare tutte le fasi. Il taglio delle lamiere con avanzate apparecchiature laser, la piegatura con macchine a controllo numerico, l’assemblaggio e la saldatura robotizzate, la verniciatura liquida e a polvere.

Tra i principali output di tale processo si annoverano benne, bracci, arconi, telai, longheroni, serbatoi e carrozzerie. Il mercato di riferimento è il contesto nazionale ed internazionale. L’azienda si è imposta annoverando tra i principali clienti le aziende leader nel settore delle macchine movimento terra, dei macchinari agricoli e per le costruzioni stradali. Tutto ciò è stato possibile grazie ad una mentalità innovativa della compagine sociale, a qualificate competenze del management aziendale, alla professionalità sviluppata del capitale umano e al forte orientamento allo sviluppo del know-how. L’azienda ha una struttura organizzativa che è in grado di rispondere all’esigenza di una snella gestione. Ogni funzione è raccordata razionalmente con le altre in modo da costruire un organismo efficiente e preparato.