Con Federfarma Piemonte il progetto della “Farmacia dei servizi”

FarmaciaFarmacia

TORINO – Un 2020 fittissimo d’impegni per Federfarma Piemonte, in particolare sul fronte dell’attuazione della Farmacia dei Servizi, che si sta traducendo in atti concreti a favore degli utenti. In Piemonte, va detto, l’associazione dei farmacisti aveva già iniziato un percorso prima che il legislatore mettesse mano ad un accordo nazionale. Le farmacie diventano così, oltre che il luogo deputato e più appropriato per la dispensazione dei farmaci, un primo avamposto di prevenzione e controllo dell’aderenza terapeutica e della cronicità.  Professionisti già attivi in modo capillare sul territorio che contribuiranno a ridurre l’ingresso e la degenza negli ospedali. Così si limitano i costi e riducono molto sensibilmente gli spostamenti per i cittadini. Le farmacie sono così “avamposti” di prima assistenza. Soprattutto nelle zone più disagiate. Un impegno che, tra l’altro, consentirà un risparmio di 13 milioni in tre anni solo sulla distribuzione dei farmaci.

MOLTI SERVIZI IN FARMACIA

Ne parla il dottor Massimo Mana, Presidente di Federfarma Piemonte. “Si tratta di consentire ai piemontesi di ricevere una serie di servizi direttamente sul territorio, attraverso la rete capillare delle farmacie. Dalle azioni di prevenzione, all’aderenza alla terapia dei pazienti ed al monitoraggio del tempo di protrombina da parte di pazienti gestiti presso i centri di Terapia anticoagulante orale: parliamo ad esempio della Prevenzione Serena relativa alla ricerca del sangue occulto delle feci e della verifica della corretta assunzione dei medicinali utilizzati per la terapia di importanti patologie croniche quali ipertensione, broncopneumopatie e diabete e molti altri esami e controlli“. Molto interessante è anche l’assistenza fornita ai cittadini nell’inserimento dei dati per agevolare e aumentare l’accesso e l’utilizzo del Fascicolo sanitario elettronico. Dalla scorsa settimana è cominciata la formazione dei farmacisti.

SUL TERRITORIO

Un passo importantissimo verso il potenziamento del territorio. E anche un assist strategico sul fronte dell’assistenza ospedaliera. Grazie alla rete delle farmacie i cittadini potranno ricevere una serie di servizi e analisi strumentali direttamente sul territorio. Questo consente di “liberare” in un certo modo anche gli ospedali e ridurre le liste di attesa. “Abbiamo lavorato tanto affinché questo progetto andasse in porto. E sono contento di dire che proprio il Piemonte sia la prima regione ad essere partita. Ma ora, grazie all’impegno del Ministero a dare una copertura finanziaria per tutte le Regioni, l’obiettivo è estendere il progetto della farmacia dei servizi all’intero territorio nazionale“, conclude Mana.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!