L’Associazione “Monte Chaberton” ha onorato i suoi caduti in vetta di DAVIDE CORONA

Chaberton messa

Cesana Torinese – L’Associazione “Monte Chaberton” ha onorato i suoi caduti. A distanza di ottant’anni il ricordo, in vetta, del sacrificio della 515ª Batteria. Domenica 21 giugno una rappresentanza dell’Associazione “Monte Chaberton”, munita di Bandiera di Guerra e gagliardetto associativo, è salita in vetta, al cospetto del “Titano”. Per rendere omaggio ai caduti dell’allora 515ª batteria GaF che ottant’anni fa, durante il terribile bombardamento del forte da parte dei mortai francesi, persero la vita al servizio dei loro pezzi impegnati nel fatale duello di artigliere con i forti francesi.

LA MESSA IN VETTA

Alle 17.00, ora in cui il forte, divenendo visibile, fu oggetto del micidiale tiro di distruzione francese, Don Lorenzo Nanni, sacerdote genovese della Parrocchia Sant’Eugenio di Crevari, Genova, ha officiato la Santa Messa in vetta. Sul piazzale l’alzabandiera al cospetto dei resti delle otto torri testimoni dell’eroico sacrificio del presidio. Ogni anno Don Lorenzo, attento conoscitore della storia del “forte delle nuvole”, non vuole mancare a questa ricorrenza. Ccercando di mantenere vivo il ricordo di quei giovanissimi artiglieri che, per mantenere fede al giuramento prestato, seppero sacrificare con onore la propria vita al servizio della Patria.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!