La città di Rivoli celebra il 4 Novembre, festa delle Forze Armate Cerimonia in onore dei caduti e delle forze armate

RIVOLI – La città di Rivoli celebra il 4 Novembre, festa delle Forze Armate. Sono passati 99 anni dal 4 novembre 1918. Una data importante in cui fu firmato l’armistizio di Villa Giusti che sanciva la fine della prima guerra mondiale. Una ricorrenza durante la quale si celebra non solo la festa delle forze armate e l’unità nazionale, ma si ricordano anche i caduti di tutte le guerre. A causa del maltempo, che ha impedito la deposizione delle corone sui monumenti dedicati ai caduti rivolesi, le persone presenti in sala consiliare si sono alzate in piedi per rendere loro omaggio.

LA CERIMONIA

La città di Rivoli e la festa del 4 Novembre. “Questa è una occasione per ricordare i caduti di tutti i conflitti. – ha dichiarato il presidente del consiglio comunale Marco Tilelli -. Il 4 novembre è anche la giornata delle forze armate a cui va un ringraziamento per l’impegno profuso . Ricordo come tre anni fa fu conferito l’attestato di civica benemerenza alla Brigata Alpina Taurinense. Un ringraziamento va quindi a tutte le forze dell’ordine che assolvono un compito delicato e imprescindibile durante il vivere quotidiano”.

E se “L’esercito è il fil di ferro con il quale si stava cucendo l’Italia”, come ha voluto citare il tenente colonnello Marco Pastore, il sindaco Franco Dessì ha voluto sottolineare l’importanza del loro ruolo. “Questo è un giorno dedicato all’unità nazionale e alle forze armate. Un binomio inscindibile. Mi piace sottolineare il loro ruolo per il grande apporto nella formazione di uno stato democratico. Inoltre, bisogna soprattutto ricordare le vittime militari e le 600mila vittime civili”. La cerimonia si è infine conclusa al suono della musica intonata dalla banda.