I ragazzi dell’Istituto Ferrari di Susa fanno solidarietà a Torino "È una iniziativa che portiamo avanti da alcuni anni"

Susa, Istituto Tecnico FerrariSusa, Istituto Tecnico Ferrari

SUSA – I ragazzi dell’Istituto Ferrari di Susa fanno solidarietà a Torino. Sono finite le  vacanze natalizie, passate chi sulle piste da sci, chi al mare, chi ad oziare a casa. Ma non per tutti è stato così. Un bel gruppo di studenti dell’Istituto Superiore Enzo Ferrari di Susa ha dedicato tempo e altruismo passando le sere gelide di questi giorni a portare vestiti e cibo caldo alle persone senza tetto di Torino. Prima puntata il 23 dicembre dalle ore 21 ad oltranza attorno alla Stazione Porta Nuova. “È una iniziativa che portiamo avanti da alcuni anni“. Commenta il professor Giorgio Girardi.

SOLIDARIETA’

Raccogliamo indumenti e cibo. La  sera prima di partire per Torino prepariamo pasti e li trasportiamo in scaldavivande, ritengo che sia un atto doveroso verso chi è meno fortunato di noi“. Sì perchè i giovani allievi dell’Enzo Ferrari non sono soli. Li accompagnano e supportano i professori Giorgio Girardi e Giovanni Scamarcia, docenti rispettivamente di religione cattolica e matematica. Un valore aggiunto per la scuola, ma soprattutto una crescita importante in dignità, rispetto, fratellanza e solidarietà.

SENZA TETTO

Le persone senzatetto, senza casa o senza fissa dimora (per le quali è usata a volte la parola francese clochard o l’inglese homeless. Comunemente chiamate barboni, sono persone che per lungo tempo non hanno un luogo fisso di residenza. Ciò le distingue dalle persone che condividono questa condizione per una libera scelta personale (come gli hobo e gli schnorrer o i punkabbestia), o per il retaggio culturale e storico permeato della vita in comunità chiusa e permeate al collettivismo sociale, come nel caso dei popoli nomadi (popolo Rom e sinti). La condizione dei senza casa è più visibile nelle aree povere delle grandi città e in quelle suburbane, anche se essi spesso coesistono più o meno visibilmente dentro comunità dove i residenti non sono poveri. Il termine legale senza fissa dimora (in inglese No Fixed Abode, NFA, e in francese Sans domicile fixe, SDF) è spesso usato ufficialmente come alternativa a persona senza casa o senzatetto.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!