Focacciamo: per la Focaccia di Susa venerdì 19 agosto la musica di Vascontigo In piazza della Repubblica enogastronomia e cover band

vasco

SUSA – La focaccia di Susa è un dolce riconosciuto come originario della Valsusa. Un prodotto semplice da ricreare ma sicuramente d’effetto. La storia. Si racconta che i sudditi di Re Marco Giulio Cozio, il signore delle Alpi Cozie, concludessero i pranzi delle giornate di festa con focacce zuccherate, cucinate nei forni di casa, che spezzavano e intingevano in un inebriante liquore, ottenuto dalla fermentazione di rare erbe alpine, raccolte sulle pendici dei monti tra le quali defluiva la Dora. Queste focacce vantano origini antichissime, se è vero che già gli antichi Romani ne furono conquistati, duemila e trenta anni orsono. Da allora e fino ai giorni nostri, generazioni di fornai segusini hanno continuato a produrle, rispettando la consegna di non rivelare a nessuno la loro semplice ma inimitabile ricetta, a base di farina doppio zero, burro, uova, zucchero, lievito fresco e sale. La focaccia di Susa era in origine il dolce tradizionale della Valle riservato alle feste e alle grandi occasioni.

LA FOCACCIA DI SUSA

Dunque il comune di Susa per ricordare l’importanza di questa ricetta ha deciso di organizzare “Focacciamo”, quattro giorni di festa accompagnati dalla fantastica focaccia. Questo evento si terrà in Piazza della Repubblica a Susa e rappresenta una carrellata di appuntamenti da venerdì a domenica che culmineranno con l’edizione numero 55 del Festival Internazionale del Folklore che con grande impegno ogni anno la Pro Susa organizza in città come simbolo di unione, fratellanza tra popoli e grande festa popolare.

“FOCACCIAMO” IL PROGRAMMA BY FOOD VILLAGE

  • Venerdì 19 agosto – Vascontigo
  • Sabato 20 agosto – The Queen tribute
  • Domenica 21 agosto – 55° festival internazionale del folklore “castagna d’oro”

L’AGENDA, TUTTE LE NOTIZIE! COME?

Visita il sito internet. Iscriviti alla pagina Facebook, clicca “Mi Piace” e non perderti più nemmeno una notizia! Segui L’Agenda su InstagramTwitter e YouTube.