Disavventura per un gioielliere di Rivoli trattenuto per ore all'aeroporto di Dubai Il cinquantesettenne era sospettato di terrorismo per tracce di esplosivo sugli abiti

RIVOLI – Una brutta disavventura per un uomo di cinquantesette anni, residente a Rivoli di professione gioielliere, mentre ritornava a casa da un viaggio di piacere negli Emirati Arabi.

Giunto all’aeroporto di Dubai per i controlli prima della partenza, l’uomo è stato trattenuto per ore, in quanto sulla tuta che indossava c’erano tracce di esplosivo.

Inspiegabile il motivo, forse da ricercarsi nella gita effettuata a dorso di un cammello il giorno prima, certo è che il gioielliere è stato interrogato per ore, dopo essere stato allontanato dalla moglie che non sapeva cosa aspettarsi.

Dopo che l’uomo ha ripetuto molte volte la sua versione, gli inquirenti si sono convinti della sua buonafede e lo hanno lasciato partire. Rimane il mistero di come la polvere di esplosivo abbia potuto impregnare i suoi abiti.