Crea sito

Controlli dei Carabinieri all’Assietta: fermati motociclisti Controlli dei militari di Sestriere in quota a 2.200 metri

Carabinieri all'assietta

SESTRIERE  – Controlli dei Carabinieri all’Assietta: fermati motociclisti. Nel fine settimana, i Carabinieri della Stazione di Sestriere e della Squadra Soccorso Alpino di Susa hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio. Gli uomini delle Forze dell’Ordine si sono sistemati in prossimità del colle dell’Assietta. Una zona turistica montana situata a quota 2.200 metri di quota. Il servizio è stato finalizzato al controllo delle decine di motociclisti, motocrossisti e ciclisti di passaggio sul Colle.

Carabinieri all'assietta

SICUREZZA IN MONTAGNA

Oltre a garantire la sicurezza degli escursionisti e prevenire incidenti in montagna i Carabinieri hanno fatto un presidio di sicurezza in un punto nevralgico delle montagne valsusine nel fine settimana. I controlli dei Carabinieri all’Assietta. Nel corso del servizio sono state anche fatte cinque  contravvenzioni al Codice della Strada per eccesso di velocità e manovre pericolose in tratti con visibiltà ridotta.

DUE MANIFESTAZIONI

Nell’ultima domenica il Colle dell’Assietta, e le vie di accesso, sono state teatro di due grandi manifestazioni. La Festa del Piemonte all’Assietta targata. La cinquantunesima edizione della Festa del Piemonte su iniziativa dell’associazione “Festa dël Piemônt al Còl ëd l’Assieta”, con il patrocinio della Città Metropolitana di Torino, è stata un grandissimo successo. Ai 2.566 metri del Colle dell’Assietta s’è assistito alla rievocazione di una delle pagine più importanti della storia del Regno di Sardegna e dell’Europa. Centinai i presenti sul Colle. Poi, e di parla di sport, ecco anche la Gran Fondo Sestriere–Colle delle Finestre. Strade vicine. Dice la cronache che il timore del severo Colle delle Finestre con il suo polveroso sterrato e la partenza in salita per allungare il plotone prima dei quaranta chilometri in discesa. Poi a prevalere è stata la forza fisica e le potenzialità di ciascun protagonista. Al termine della prova, la medaglia di finisher ha reso tutti i partecipanti uguali nell’olimpo delle due ruote torinesi. In sintesi un’indimenticabile giornata dedicata al ciclismo.