Come andrà la Borsa oggi? Ultimi spifferi di ottimismo Centro Studi OOPS Tech

OOPS 1

MILANO – Come andrà la Borsa di oggi?

BORSA OGGI

BORSA ITALIANA (Milano)

BORSA AMERICA NORD (NYSE)

BORSA SVIZZERA (SIXì)

ULTIMI SPIFFERI DI OTTIMISMO

La sessione di mercato europea potrebbe avere un andamento prudente ed in lieve guadagno. La Borsa di Londra è chiusa per i funerali della Regina Elisabetta. Le Banche Centrali Mondiali saranno al centro dell’attenzione questa settimana, con le decisioni sui tassi di interesse di Stati Uniti, Regno Unito e Giappone, in un contesto di rallentamento della crescita globale e di inflazione elevata. La scorsa  settimana i principali indici statunitensi hanno chiuso al  ribasso, con i primi report  delle aziende che dipingono una prospettiva sempre più negativa per la salute dell’economia americana. Gli investitori prevedono che la Fed dovrà continuare ad alzare i tassi in modo aggressivo, il che potrebbe portare l’economia alla recessione. I posizionamenti sui futures  mostrano che gli operatori vedono una probabilità del 76% che la Fed aumenti i tassi di interesse  di altri 0,75  punti percentuali nella riunione di questa settimana. Gli investitori prevedono anche un altro aumento dei tassi dello stesso importo a novembre.

I mercati azionari, a nostro avviso, non hanno ancora prezzato completamente lo scenario recessivo e reggono il colpo grazie alle ultime ventate di ottimismo, seppur debole. Il dollaro, durante la sessione asiatica, ha continuato a prendere valore, probabilmente in vista dei rilasci delle varie banche centrali di questa settimana. Si prevede che le banche centrali come la Fed e la BOE continueranno ad alzare i tassi questa settimana, il che  comporterà  un  ulteriore  inasprimento  delle  condizioni finanziarie  e  darà  sostegno  all’USD. In questo  scenario  le  valute «asiatiche» sono destinate a subire la pressione del dollaro forte. La sterlina sembra destinata a subire ulteriori perdite a causa delle preoccupazioni sulla credibilità della strategia economica del governo britannico.

Gli investitori ritengono che il nuovo ministro delle Finanze Kwasi Kwarteng difficilmente riuscirà a centrare l’obiettivo di aumentare la crescita economica annuale del Regno Unito al 2,5% e molti operatori temono anche che i potenziali tagli alle tasse  possano mettere a rischio le finanze pubbliche. Contemporaneamente, il deficit delle partite correnti del  Regno Unito è salito a livelli  record in percentuale del  PIL, esponendo ulteriormente la sterlina al «giudizio» dei risparmiatori esteri.

Sta per iniziare la stagione degli utili del 3°trimestre. Il rimbalzo registrato grazie agli utili dichiarati per il 2°trimestre, grazie alla riduzione dei costi e all’inflazione, ha fatto dimenticare agli investitori le problematiche strutturali di fondo per il mondo azionario. Le pressioni salariali e l’incapacità di trasferire l’aumento dei costi dei fattori  produttivi costringeranno  le aziende a ridurre  i margini di profitto nei prossimi trimestri. Lo scenario che ci attende  è  quindi quello  di  margini operativi  più  bassi, nessuna  variazione  sulle  aspettative  di fatturato  ed  un  rendimento decennale statunitense che probabilmente salirà di un altro 1% entro l’inizio del Q2 2023.

La stagione degli utili del terzo trimestre è alle porte, a partire da metà ottobre. Qui gli investitori potranno farsi un’idea della pressione che sta subendo il settore azionario. Sarà molto interessante seguire i primi utili fuori calendario che potrebbero anticipare i «conti» di alcuni settori. In una delle nostre recenti pillole abbiamo scritto che la crisi del costo della vita avrà un forte impatto sulle società di consumo discrezionali e che gli utili più interessanti da tenere d’occhio la prossima settimana sono quelli del costruttore di case statunitense Lennar e dell’operatore di linee di crociera Carnival, poiché le prospettive di entrambe  le società sono sensibili all’aumento degli interessi.

Con la FED che aumenterà i tassi mercoledì, seguita dalla Banca d’Inghilterra il giorno successivo, ci aspettiamo un forte incremento della volatilità  in ambo le direzioni. Ci saranno inoltre una serie di giorni festivi in tutto il mondo per i funerali della Regina Elisabetta Il e quindi meno liquidità. (Centro Studi OOPS Tech)

L’AGENDA, TUTTE LE NOTIZIE! COME?

Visita il sito internet. Iscriviti alla pagina Facebook, clicca “Mi Piace” e non perderti più nemmeno una notizia! Segui L’Agenda su InstagramTwitter e YouTube.