Avigliana, giornate di studio sul futuro del Museo Dinamitificio Nobel Il workshop è realizzato con il contributo di Terna e Famar Group

AVIGLIANA – È aperta la call per la selezione di 10 giovani partecipanti al workshop Re-Scape. Uno studio sull’ex Dinamitificio Nobel e il suo territorio. Promosso dal Comune di Avigliana ed Avanzi, Sostenibilità per Azioni. Un percorso di co-progettazione che interpreta l’ex Dinamitificio Nobel. Spiegano gli organizzatori: “Lo studio vuole essere una complessiva strategia di sviluppo locale e di competitività territoriale. Il tema è vedere la sua riattivazione un’azione-cardine per la definizione di un’offerta integrata capace di aggregare gli interessi di molti attori locali e nazionali. Avanzi sta accompagnando l’Amministrazione in un percorso di definizione di uno scenario di sviluppo per l’area e per il complesso dell’ex Dinamitificio. Un sito unico nel suo genere, collocato al contempo in un sistema internazionale di luoghi legati alla figura di Nobel e in un sistema turistico“.

 

UN SITO ARCHEOLOGICO INDUSTRIALE

In questo quadro, si promuove il workshop di progettazione Re-scape. Finalizzato al progetto per il futuro dell’ex Dinamitificio, e l’obiettivo di restituire un prodotto di narrazione che apra interessi per un processo più ampio di valorizzazione del territorio. Il workshop si svolgerà ad Avigliana, presso il centro La Fabrica, dal 13 al 16 settembre. Mira a costruire un prodotto di comunicazione e storytelling in grado di mettere a valore la natura di sito di archeologia industriale. Un luogo carico di significati storici e di memoria, oltre alle straordinarie risorse ambientali e paesaggistiche del territorio. Il tutto partendo dalla combinazione di modalità espressive e linguaggi diversi: dalla scrittura al disegno, dalla fotografia al video.

 

PER L’EX DINAMITIFICIO GIOVANI

Il workshop è rivolto a 10 giovani under 35 provenienti da tutta Italia. Si attendono diverse competenze professionali e provenienti da differenti percorsi formativi. Possibili figure sono artisti, creativi, designer, fotografi, esperti di comunicazione e narrazione. Quindi imprenditori e innovatori sociali, progettisti culturali, sociologi, antropologi, pianificatori territoriali, architetti e geografi. Anche altri profili che integrino diverse dimensioni professionali e disciplinari che intendono sperimentarsi attorno a un percorso di co-progettazione. I partecipanti dovranno essere in grado di progettare in maniera collaborativa, di comprendere e raccontare dinamiche e storie locali attraverso diverse modalità. In sintesi: fotografia, video, disegni, info-grafiche, suoni, testi e poesie.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale YouTube L’Agenda News.