Crea sito

Arrivederci Giochi Nazionali Invernali Italia – Special Olympics Il bilancio dell'edizione in Valle di Susa

BARDONECCHIA – Bardonecchia ha ospitato, da martedì 15 a venerdì 18 gennaio, i XXX Giochi Nazionali Invernali Italia – Special Olympics, giochi pensati per persone con disabilità intellettive, ma aperti ad un crescente numero di giovani senza disabilità, che tra edizioni estive ed invernali coinvolge annualmente più di 18 mila tesserati in rappresentanza di 172 Nazioni. L’importante rassegna sportiva invernale, che avevano già fatto tappa nella Conca nel marzo 2018, nonostante lo scarso innevamento naturale, grazie alle temperature rigide che hanno favorito la produzione di una buona quantità di neve programmata e al grande impegno profuso dagli organizzatori, sia pur con qualche cambiamento di sede gare, si è regolarmente svolta.

500 ATLETI IN GARA DA 16 REGIONI

Visibilmente migliorato, a detta dei tecnici, sia pure a distanza di pochi mesi, il livello tecnico dei quasi 500 atleti, in rappresentanza di sedici Regioni, suddivisi in 52 sodalizi, partecipanti alle gare di sci alpino, snowboard, e scivolamento, svoltasi lungo la pista Olimpica Torino 2006, n. 23 del Melezet, di sci di fondo, disputate lungo l’anello innevato artificialmente, praticamente “inventato” dai cannoni sparaneve, in zona Rio Gavard del Melezet, e di corsa con le racchette da neve lungo un tracciato, utilizzando neve programmata, ricavato ai piedi della pista 1 del Colomion. La suddivisione degli atleti in diverse categorie, in base a livelli di abilità pari o molto simili, ha favorito la premiazione di quasi tutti i partecipanti, con tanto di podi speciali, che hanno visto alternarsi persone molto contente di aver concluso le loro gare.