Crea sito

Almese: lavori importanti eseguiti dal Consorzio Irriguo per il bene del territorio di MARIO RAIMONDO

trattore

ALMESE – Forse non tutti lo sanno ma ad Almese c’è una piccola entità che fa dei piccoli- grandi interventi che ai più sfuggono. Questi sono assolutamente utili alla stabilità del territorio in particolar modo quando questo viene colpito da grandi piogge. Si tratta del Consorzio Irriguo di Almese. Questo oltre che al distribuire l’acqua ai consorziati, gestisce la rete fatta di fossi e bealere che sono di fatto un “reticolo” quanto mai utile per ammorbidire gli effetti delle precipitazioni sempre più intense che a volte colpiscono il territorio. Gli uomini del Presidente Giorgio Dalmasso – che con tutto il direttivo ed i volontari – seguono le attività sul campo. Tutti gli anni inviano una lettera ai consorziati per presentare agli utenti quanto fatto. Che anche quest’anno è stato davvero tanto ed è andato ben oltre l’ordinaria gestione.

CONSORZIO DELLA BEALERA DEI PRATI

Da segnalare infatti gli importanti lavori del Consorzio Irriguo di Almese lungo la via Circonvallazione con la posa dei mezzi tubi acquistati con i fondi ATO concessi dal Comune. I lavori, effettuati dalla Ditta Morando, hanno di fatto permesso una implementazione notevole della funzionalità della rete irrigua nella parte bassa di Almese. Tant’è che per raggiungere questo fine e terminare i lavori il consorzio ha investito 1100 Euro di fondi propri per completare un progetto davvero significativo.

Per questa parte di territorio che d’ora in poi avrà l’accesso alla preziosa acqua irrigua. L’attività routinaria – ma non per questo meno importante – effettuata dai volontari è stata l’asportazione della vegetazione e del materiale limoso presente lungo la bealera principale e che se lasciato in loco ostruisce il deflusso delle acque. Nonché la pulizia del limo e delle pietre presenti nel lavatoio di piazza Martiri ed a monte della paratoia di presa della bealera. Dal punto di vista più prettamente burocratico si è inoltre seguito l’evoluzione di alcune aree in corso di urbanizzazione per monitorare le eventuali interferenze che potrebbero impattare sulla rete irrigua che va assolutamente preservata anche in caso di edificazioni nella sua funzionalità. Che è davvero a beneficio di tutti.