Crea sito

La poesia protagonista indiscussa a Rubiana con Dino Campana L’appuntamento delle "Giornate campaniane" sabato 7 settembre

Rubiana Dino Campana

RUBIANA – Con l’arrivo del mese di settembre Rubiana si appresta a celebrare nuovamente la figura di Dino Campana. Nei primi tre mesi del 1917 ha soggiornato presso la Località della Valmessa, ospite dei proprietari dell’allora Villa Irma. Durante la sua permanenza, il poeta mantenne una fitta corrispondenza con la scrittrice e giornalista Sibilla Aleramo, con la quale, a partire dal 1916, aveva instaurato una relazione intensa e travagliata che sarebbe poi terminata nel 1918. Nel breve periodo in cui visse a Rubiana, Campana rimase ammaliato dalla bellezza, al contempo semplice e maestosa, dello scenario alpino locale. Trascorse la maggior parte del suo tempo avventurandosi lungo i numerosi itinerari che tuttora attraversano la valle del torrente Messa, entrò in comunione con la natura del luogo e seppe trarne conforto e ristoro per la propria salute fisica e mentale, da tempo cagionevole.

UNA MANIFESTAZIONE CULTURALE

Prefissandosi come finalità la valorizzazione della figura di questo grande Poeta visionario del primo Novecento, l’Amministrazione comunale ha istituito nel 2015 l’appuntamento delle “Giornate campaniane“. Un fine settimana ricco di eventi realizzati con l’intenzione di promuovere la conoscenza della vita e dell’opera dell’Autore di Marradi. Considerato il fortunato riscontro di pubblico riscosso dall’iniziativa. Il Comune ha voluto assegnare all’evento una cadenza biennale, alternandolo così all’altra fortunata kermesse culturale – Fiabe e Boschi – dedicata al pittore Francesco Tabusso, che si svolge invece negli anni pari. Nel 2017 si è dunque riproposto il format, limitandolo alla giornata del sabato e arricchendolo con la prima edizione di un concorso letterario di poesia che si è rivelato un autentico successo grazie alla partecipazione di 120 autori provenienti da tutta Italia.

150 PARTECIPANTI

Quest’anno a concorrere all’agone letterario sono stati 150 partecipanti. Attentamente valutati dalla Giuria di qualità presieduta dal poeta e saggista Roberto Rossi Precerutti. La premiazione si terrà sabato 7 settembre, presso il Salone parrocchiale don Giovanni Battista Vallory di Rubiana. Sarà preceduta da una tavola rotonda introduttiva che consterà di tre interventi: Rubiana, crocevia di Cultura, a cura del Consigliere comunale alla Cultura Fabio Otta, Le ragioni della poesia di Silvia Ramasso – titolare della Neos Edizioni – e Modernità e grandezza di Dino Campana, a cura dello stesso Rossi Precerutti. L’evento sarà impreziosito dai contributi musicali di Martina e Carlo Amadesi e dalle letture dell’attrice Paola Romani.

LA PREMIAZIONE

Vi sarà inoltre un momento di avvicinamento alla poesia pensato per i più piccoli. La pedagogista Luisa Piarulli dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Al termine dell’iniziativa avrà luogo nell’atrio dell’edificio un ricco rinfresco con i prodotti del territorio. Sempre nella giornata del 7, verrà inaugurata presso i locali della Pinacoteca Francesco Tabusso la mostra “Scudi: un memoria insorta”. Dello scultore e incisore Valerio Righini. L’esposizione rimarrà aperta al pubblico nei weekend fino a domenica 29 settembre.