Crea sito

Rivoli: in arrivo da Roma 500 mila euro per il restauro di Palazzo Piozzo Adesso la ristrutturazione e la valorizzazione di Palazzo Piozzo

Rivoli, Palazzo PiozzoRivoli, Palazzo Piozzo

RIVOLI – Una buona notizia, tra le pieghe del bilancio di Stato, riguarda il finanziamento di Palazzo Piozzo a Rivoli. Un obiettivo raggiunto dalla città anche grazie alla passata amministrazione. Nello specifico è uno stanziamento di 250.000 euro per l’anno 2020 e altrettanti 250.000 euro per il 2021 destinati per Palazzo Piozzo di Rosignano, il tutto come previsto nel maxi emendamento della Legge di Bilancio. L’emendamento per questi finanziamenti è stato presentato da cinque senatori della Lega con prima firmataria la Senatrice Roberta Ferrero. Spiega il vice sindcao Laura Adduce. “E’ il lavoro di squadra che è stato fatto con i nostri parlamentari. Un grande grazie va alla Senatrice Roberta Ferrero che ha da subito recepito una delle numerose istanze fatte dalla nostra amministrazione“. La Adduce aggiunge. “Sicuramente il compito di questa nuova amministrazione comunale rivolese sarà quello di iniziare a rivalutare tutti quegli edifici storico culturali. Questi sono stati lasciati in uno stato di completo abbandono, degrado, dalle passate amministrazioni. Il territorio rivolese possiede un patrimonio storico culturale di enorme rilievo“.

SUL PALAZZO

Un obiettivo raggiunto dalla città, dicono dal Partito Democratico, anche grazie alla passata amministrazione. “Uno splendido regalo di Natale sotto l’albero per i rivolesi. Nella legge di bilancio che verrà approvata oggi al Senato è stato infatti inserito un articolo che prevede lo stanziamento di 500 mila euro in due anni per la ristrutturazione e la valorizzazione di Palazzo Piozzo. Si è fatto squadra tra politica locale e nazionale con i nostri Parlamentari facendo pressione sul Governo e chiedendo di approvare queste risorse e di farle arrivare sul nostro territorio. Adesso il compito dell’Amministrazione rivolese è quello individuare un giusto progetto e una destinazione d’uso adeguata all’immobile che dia vita futura allo stesso senza sprecare le risorse con la sola ristrutturazione. Come sempre facciamo, anche in questo caso ci presteremo a essere propositivi e collaborativi nello studio della destinazione d’uso, sempre che  l’Amministrazione lo vorrà. Siamo continuamente al lavoro per Rivoli, un lavoro che può essere fatto anche dall’opposizione con proposte giuste e concrete“.

PALAZZO PIOZZO

Costruito nel 1788, il palazzo fu residenza del Cancelliere del Gran Priorato dell’Ordine di Malta. Rappresenta un magnifico esempio di dimora dell’aristocrazia piemontese nel XVIII secolo. L’assetto di questa parte di Rivoli riflette, infatti, lo sviluppo urbanistico e architettonico del Settecento. Con la costruzione di sontuose ville, arricchite da giardini e rustici, nascoste da mura e cancellate discrete. Dall’atrio si diparte lo scenografico scalone, attraverso cui si raggiungono il salone d’onore e le altre stanze del piano nobile decorate con gusto capriccioso e raffinato. Raffigurante allegorie e scene mitologiche. Oggi nel rustico, l’edificio che si trova all’interno del giardino, ha sede l’Istituto Musicale della città di Rivoli con aule, laboratori didattici e un auditorium che ospita prestigiosi concerti.

Rivoli, Palazzo Piozzo

Rivoli, Palazzo Piozzo

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!