Crea sito

Lo shopping di Natale a Bussoleno vale uno smartbox viaggio Iniziativa dell'Unione dei Commercianti di Bussoleno

valigie

BUSSOLENO  – Una nuova iniziativa ci sarà per il periodo di Natale a Bussoleno. Questa rilancerà lo shopping way in paese. L’idea è dell’Unione dei Commercianti di Bussoleno che mette al centro degli acquisti, piccoli o grandi, i negozi storici e nuovi, quelli cosiddetti di prossimità. Attività dove è più facile trovare prodotti freschi, merce e servizi autentici ma soprattutto contatto umano. E’ un progetto promosso da chi vive il paese ogni giorno, da chi con impegno offre la propria professionalità, articoli e servizi. Chi sente forte la necessità che il paese rinasca e progredisca. Quindi l’iniziativa è nata per smuovere l’economia locale e rendere competitiva la rete di negozi e botteghe in risposta al boom dei centri commerciali e dell’e-commerce.

UNA SMARTBOX

A partire dall’8 dicembre arriverà l’iniziativa “Io scelgo Bussoleno”. Acquistando nei negozi del paese, si potrà vincere una smartbox viaggio nelle capitali europee. Basterà chiedere la tessera di Natale nei negozi aderenti all’iniziativa, con una spesa minima di 20 euro si ha diritto all’apposizione del timbro del negozio in cui si è effettuata la spesa. Il completamento della tessera si ottiene raccogliendo i timbri di 10 attività commerciali differenti. Quindi una volta completata la tessera, il partecipante potrà consegnarla al proprio negozio di fiducia. L’estrazione della tessera vincente avverrà il pomeriggio del 6 gennaio 2020 nella Piazza della Stazione di Bussoleno durante la manifestazione organizzata in occasione dell’Epifania.

47 ATTIVITA’ DI BUSSOLENO

Anche Davide Sacco consigliere con incarico al commercio si congratula con l’Unione Commercianti di Bussoleno. “La sfida del piccolo commercio va giocato su un altro terreno, quello della prossimità,ovvero quello dell’ economia comunitaria, importante per produrre inclusione e coesione sociale. Il commercio non è solo acquisto ma anche relazione sociale che deriva dai rapporti quotidiani tra venditori e compratori“. Quindi nonostante il piccolo commercio stia soffrendo la crisi economica, negli ultimi tre anni si è registrata l’apertura di nuovi negozi, soprattutto da parte di ragazzi giovani. Giovani che stanno dando il loro contributo con idee e iniziative, proprio come questa. Poi sono 47 i negozi che aderiranno all’iniziativa, l’invito è ad acquistare in paese per rafforzare quel rapporto tra commercianti e cittadini che rappresentano il cuore pulsante di ogni comunità.