A Condove il 4 Novembre: la Festa delle Forze Armate con il centenario della vittoria L'Associazione Nazionale Combattenti e Reduci ha consegnato le targhe ai familiari dei decorati

Condove, il 4 novembre

CONDOVE – Domenica 4 novembre si è svolta a Condove la Festa delle Forze Armate. L’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci della sezione Condove-Borgone ha organizzato, in collaborazione con il Comune, la Pro Loco e le altre associazioni d’arma la commemorazione in occasione del 100° anniversario della vittoria della Prima Guerra Mondiale. Monsignor Claudio Iovine ha celebrato la Santa Messa in ricordo dei caduti. Poi, con l’accompagnamento dell’Unione Musicale Condove il corteo ha raggiunto il Parco della Rimembranza. La cronaca a Condove la Festa del 4 Novembre.

Condove, il 4 novembre

LE TARGHE AI FAMILIARI

Dopo i saluti dell’amministrazione ha preso la parola il presidente dell’ANCR Emiliano Leccese. Ha ricordato l’importanza della giornata come monito per il futuro e come momento importate di ricordo. Sono poi state consegnate le targhe ai familiari dei caduti condovesi decorati durante il periodo 1915-18. Quindi è stata posta la medaglia sul labaro dell’associazione. La corona d’alloro è stata sistemata sull’altare del monumento al Parco della Rimembranza. A  fare da scorta due soci dell’Associazione Marinai d’Italia. Il capo Gruppo degli Alpini Silvano Pautasso, dopo avere letto il messaggio del presidente nazionale Favero, ha donato al primo cittadino una copia del volume “Alpini della Valsusa, uomini e decorazioni”.

IL IV NOVEMBRE

La Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate è una giornata celebrativa nazionale italiana. Fu istituita nel 1919 per commemorare la vittoria italiana nella prima guerra mondiale. La festa è il 4 novembre, data dell’entrata in vigore dell’armistizio di Villa Giusti firmato il 3 novembre 1918. Fino al 1976, il 4 novembre è stato un giorno festivo. Dal 1977, in pieno clima di austerity, a causa della riforma del calendario delle festività nazionali introdotta nel marzo del 1977, la ricorrenza è stata resa “festa mobile”. Quindi  con le celebrazioni che hanno luogo, ancora oggi, alla prima domenica di novembre. Nelle piazze delle principali città italiane si tengono concerti delle bande militari. Così come vengono organizzate celebrazioni di fronte ai Monumenti ai Caduti che sono presenti nei Comuni italiani.