Crea sito

Villar Dora: Enzo Marconi nuovo Presidente della Croce Rossa Italiana Eletto anche il gruppo del consiglio

Croce Rossa ItalianaCroce Rossa Italiana

VILLAR DORA – Si sono svolte  le elezioni per il rinnovo del Presidente e Consiglio di Comitato della Croce Rossa Italiana a Villar Dora. Con oltre il 40% di affluenza alle urne il Volontario Croce Rossa Italiana Enzo Marconi è stato eletto nuovo Presidente. Con lui ci saranno i Consiglieri: Mauro Favario, Barbara Ferrero e Liliana Marchiaro e per i Giovani  Federica Bruno. “I soci del Comitato di Villar Dora sono intenzionati nel voler proseguire l’opera che li vede impegnati giornalmente, oramai da trent’anni a favore della popolazione della Valle di Susa, delle fasce sociali più bisognose e nei momenti in cui la valle è stata interessata eventi naturali che hanno segnato la vita sociale della Valle, impegno che la popolazione ha riconosciuto e manifesta quotidianamente ai nostri volontari“.

CONTINUA L’IMPEGNO

L’impegno del nuovo Consiglio è quello di seguire il solco tracciato nei trent’anni della nostra storia e adattarlo ai modi e ai tempi nei che stiamo vivendo. Ringraziamo il Presidente uscente, Mauro Favario, per il lavoro svolto fino ad oggi ed auguriamo al nuovo Presidente Marconi Enzo e al suo consiglio d’amministrazione composto da Favario Mauro, Barbara Ferrero, Liliana Marchiaro e dalla consigliera giovane Federica Bruno, un buon lavoro per i prossimi 4 anni“.

SUL TERRITORIO

La Struttura. L’ordinamento della Croce Rossa si ispira ai principi di sussidiarietà. Quindi di democrazia ed elettività delle cariche associative. Poi di separazione tra le funzioni di indirizzo e controllo e le funzioni operative di autonomia degli organi territoriali. Nonché ai criteri di efficacia, efficienza ed economicità.  La Croce Rossa Italiana si articola nei seguenti organi territoriali.  Quindi organizzazione locale che agisce sul territorio, articolata in Comitati con autonoma personalità giuridica. poi organizzazione regionale articolata in Comitati Regionali e delle Province Autonome di Trento e Bolzano, che coordina e controlla, mediante specifiche attribuzioni, l’attività dei Comitati che operano nella regione, nel rispetto dell’autonomia di ciascun Comitato. In fine organizzazione nazionale, che stabilisce la strategia dell’Associazione ed approva le normative generali, denominata Comitato Nazionale.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!