Valsusa: vicenda giudiziaria su Askatasuna, Napoli “Le proteste in Valsusa provengono da elementi esterni al territorio” Il commento dell'onorevole di Azione

osvaldo napoli

VALSUSA – Il Centro Sociale Askatasuna è al centro di una vasta inchiesta della procura di Torino per associazione sovversiva. Nel fascicolo, secondo quanto si apprende, ci sono i nomi di quasi un centinaio di indagati e anche reati attribuiti a singole persone. Il caso verrà discusso la prossima settimana davanti al Tribunale del riesame di Torino. Una prima richiesta di misure cautelari è stata infatti respinta da un gip e la procura ha presentato ricorso.

OSVALDO NAPOLI SULLA VALSUSA

L’onorevole Osvaldo Napoli (Azione) commenta le ultime vicende giudiziarie che hanno coinvolto alcuni esponenti del centro sociale di Torino Askatasuna. “Era ora che Askatasuna pagasse il prezzo dei suoi ripetuti comportamenti illegali. Gli arresti di oggi dimostrano come le proteste violente che ci sono in Valsusa provengano da elementi esterni al territorio e non dalla popolazione locale”. Lo afferma il parlamentare di Azione, Osvaldo Napoli, secondo cui “le forze dell’ordine hanno avuto almeno in questa occasione il giusto riconoscimento al loro comportamento corretto. Centinaia di uomini e donne che, anziché essere impiegati sul territorio per tutelare la sicurezza dei cittadini sono costretti a presidiare un cantiere voluto dallo Stato. Mi auguro che i sindaci, a cui sono vicino, capiscano che sfilare con la fascia tricolore insieme a questi personaggi non fa bene alle istituzioni“.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!