Valsusa: la 42ª Marcia Alpina Modane Valfrejus Bardonecchia Alla gita hanno preso parte centotrenta alpinisti di cui settantasette francesi

BARDONECCHIA – Valsusa: la 42ª Marcia Alpina Modane Valfrejus Bardonecchia (Comunicato Comune Bardonecchia).

RITORNO ALLA GRANDE PER LA 42a MARCIA ALPINA MODANE/VALFREJUS – BARDONECCHIA

Le splendide condizioni atmosferiche hanno propiziato lo svolgimento domenica 31 luglio della 42ª Marcia Alpina Modane Valfrejus Bardonecchia, non competitiva, organizzata dall’Associazione per il Gemellaggio Bardonecchia Modane Fourneaux, presieduta perla parte italiana da Elsa Teresa Begnis, mentre la funzioni di presidente per la parte francese, vacante da tempo il direttivo transalpino, è svolta da Geraldine Botte, funzionaria del comune di Modane in collaborazione con alcuni colleghi.

IN VALFREJUS

Alla gita hanno preso parte centotrenta alpinisti di cui settantasette francesi, partiti quest’anno da Valfrejus, la stazione turistica di Modane, che dopo essere saliti al Colle della Rho e dopo aver raggiunto le Grange della Rho, sono scesi al Borgo Vecchio. Qui l’Associazione Nazionale Alpini, sezione Valsusa, gruppo di Bardonecchia, guidata da 50 anni da Renato Nervo, ha allestito nei giardini della parrocchiale di Sant’Ippolito una cucina da campo ed un tendone dove marciatori e simpatizzanti hanno pranzato con polenta, spezzatino e toma d’alpeggio, innaffiati da vino e birra, con immancabili digestivi.

DA BARDONECCHIA

Al termine del pranzo conviviale hanno preso la parola Jean Claude Raffin, sindaco di Modane, Elsa Teresa Begnis e Francesco Avato, ex sindaco, ora assessore comunale ai lavori pubblici di Bardonecchia che hanno ringraziato i partecipanti, l’A.N.A. e i ragazzi del Soccorso Alpino ed espresso unanimemente soddisfazione per la buona riuscita del ritorno a pieno regime della marcia, che durante il difficile biennio pandemico, si è svolta in modalità passeggiata individuale. La bella giornata ha tangibilmente contributo a consolidato la pluridecennale amicizia tra i due Paesi transfrontalieri, sancita dal canto collettivo dei due inni nazionali e dell’inno dell’Unione Europea, intonati da Francesco Avato e ha fornito segnali positivi per il futuro dell’Associazione transfrontaliera attiva dal 1980.

L’AGENDA, TUTTE LE NOTIZIE! COME?

Visita il sito internet. Iscriviti alla pagina Facebook, clicca “Mi Piace” e non perderti più nemmeno una notizia! Segui L’Agenda su InstagramTwitter e YouTube.