Valsusa: il ripristino della strada militare e del sentiero attrezzato dal Colle della Mulattiera al Passo della Sanità Ci sarà la collaborazione operativa delle Truppe Alpine Genio Guastatori

OULX – I comitato di Gestione degli accorpati CATO2 (Comprensorio Alpino Alta Valle Susa) e CATO3 (Comprensorio Bassa Valle Susa e Val Sangone) hanno deliberato la manutenzione e il ripristino della strada militare e del sentiero attrezzato dal Colle della Mulattiera al Passo della Sanità. Il progetto, promosso dal CAI (Club Alpino Italiano), vede non solo la partecipazione finanziaria del CATO2, ma anche quella del Comune di Oulx. Ci sarà inoltre la collaborazione operativa delle Truppe Alpine Genio Guastatori che metteranno a disposizione mezzi ed operatori. Con loro anche la Protezione Civile e A.N.A. (Associazione nazionale Alpini) con i loro volontari. Un’operazione che dà senso all’operatività di Comprensorio Alpino come ente di diritto privato ma con finalità pubbliche non solo per gestire l’attività venatoria sul territorio, ma pure per garantire miglioramenti ambientali. Insomma soldi spesi bene, e che andranno a beneficio dell’intera collettività.

LA STRADA

Percorrendo la valle Susa, giunti poco prima di Oulx si prende a destra per Bardonecchia raggiungendo l’abitato di Beaulard. Lasciata la statale, passata la ferrovia ed superata la Dora si prosegue per poco in salita lungo la via San Giusto subito trovando una prima indicazione per la borgata Puys. Qui si prende a destra e attraversati due rii la strada prende a salire. Le numerose svolte che seguono sul boscoso pendio consentono di prendere quota giungendo al termine in vista della borgata, ora priva di residenti fissi. Si può lasciare l’auto allo slargo all’inizio dell’abitato nei pressi del cimitero. La soluzione migliore sarebbe quella di raggiungere la segnalata borgata Refour dove transita un’ampia traccia che da lì sale alla cappella della Madonna della Sanità. In alternativa si può proseguire sullo stradello che passando tra le case s’inoltra verso monte per poi, al bivio che segue, lasciare la strada per il Colomion, per la quale si tornerà, seguendo invece l’indicazione di sinistra per la Madonna della Sanità.

IL SENTIERO

Così facendo si prende l’ampio sentiero che s’alza da subito ripido e che fatta la svolta s’inoltra sul pendio costeggiando prati da tempo in abbandono. Superata una presa d’acqua ancora si prosegue alternando tratti nel bosco ad altri nelle praterie intuendo quanto questo sentiero sia poco frequentato per i numerosi alberi abbattuti e mai rimossi che ostacolano non poco il cammino. Non segnata, a tratti poco evidente, la traccia termina su quella più ampia che, come detto, giunge dalla borgata Refour, sulla quale ci si immette, subito raggiungendo una fontana – abbeveratoio, oltre la quale si trasforma in pista forestale, trovando, alla sommità di un ripido tratto, lo stradello proveniente dal rifugio Guido Rey nel punto in cui delle indicazioni suggeriscono come raggiungere la cappella della Madonna della Sanità ed il passo della Mulattiera. Proseguendo sullo stradello si fa per un tratto quasi pianeggiante, rapidamente si giunge all’ampio solco vallivo dove scorre il rio della Sanità. Poco più sopra, nel bosco, si scorge la modesta cappella della Madonna della Sanità.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!