Valsusa: affissi manifesti fake contro le opere del PNRR e non solo, “Svendita totale sul territorio” Preso di mira un lungo elenco di opere pubbliche in progetto in diversi comuni

VALSUSA – In Valsusa sono stati affissi abusivamente manifesti fake contro le opere del PNRR e non solo “Svendita totale sul territorio”.

MANIFESTI IRONICI CONTRO LE OPERE DEL PNRR E NON SOLO

Da questa mattina su diversi tabelloni pubblicitari fanno sfoggio, in carta gialla canarino, manifesti che richiamano nella grafica a quelli delle promozioni di fine serie dei negozi. il titolo è chiaro “Svendita totale sul territorio“. Segue un lungo elenco di opere da finanziare con i fondi del PNRR e comunali in Valsusa e Val Cenischia. Si parte da Gravere dove vengono citati l’attuale sindaco Roberto Garbati e l’ex Renzo Pinard. “Asfalteremo una nuova strada dei sindaci per il Frais! Non serve a niente, ma passa davanti casa Garbati!” cita il manifesto. Poi Chiomonte con “costruiremo un impianto di riscaldamento a cippato al Frais! E’ lontano e disabitato ma c’è l’albergo di Pianard da scaldare“. Quindi in “Alta val Susa finanzieremo la telemedicina: sostituiamo i dottori con un’app! E intanto lasciamo chiudere altri reparti all’ospedale di Susa“.

LOGHI ISTITUZIONALI SUL MANIFESTO FAKE

Nuovamente a Chiomonte, frazione RamatTrasformeremo la viticoltura di montagna con draghe, cemento e asfalto. regaleremo le nuove vigne a chi sta zitto”. A Susa. “Ristruttureremo la sede del CNA. però soffochiamo il commercio locale con la competizione sul mercato globale“. Si ritorna in montagna a Giaglione. “Sistemiamo i canali irrigui, anche se presto resterete senza acqua potabile“. E ancora “Dalle centrale a cippato del Frais, al mini idroelettrico sui torrenti in secca, alla nuova strada carrabile per il Vaccarone, fino al corridoio per le farfalle in Val Clarea…lavoriamo dove ci sono i soldi e non deve è utile“.

L’AGENDA, TUTTE LE NOTIZIE! COME?

Visita il sito internet. Iscriviti alla pagina Facebook, clicca “Mi Piace” e non perderti più nemmeno una notizia! Segui L’Agenda su InstagramTwitter e YouTube.