Valgioie: l’opposizione di Stefano Olocco contesta i dati del bilancio "Abbiamo una differenza di circa 400 mila euro"

VALGIOIE – Si torna a parlare del bilancio del Comune di Valgioie con il consigliere d’opposizione, Stefano Olocco, che puntualizza. “Come già detto nel Consiglio Comunale di ottobre per la riapprovazione del rendiconto 2017, anche in questa parte della relazione della Corte dei Conti si evincono grosse differenze nei dati trasmessi. In particolare nel capitolo Entrate Riscossioni al Titolo 1. Il risultato delle Riscossioni da rendiconto risulta essere 389002.48 euro da conto tesoriere risultano 4832.86 euro. Mentre i dati del Sistema informativo delle operazioni degli enti pubblici danno un risultato di 201489.12 euro. Quindi alla fine del Titolo 1 abbiamo una differenza di circa 400000.00 euro. E’ chiaro che sia le riscossioni che i pagamenti non corrispondono al rendiconto approvato. Infatti il totale entrate risulta 811871.54. Mentre nel rendiconto risulta importo minore pari ad euro 794180.84. Anche i dati relativi alle spese non corrispondono vi è una differenza di circa 17690.70 euro.  Si evidenzia che anche in questa situazione non si è potuto utilizzare l’avanzo di amministrazione. Perché non attendibile sulla base delle informazioni ad oggi disponibili“.

SUL BILANCIO

A differenza della riapprovazione del rendiconto 2017 in questa occasione oltre ad una discordanza di numeri sul 2018 si nota una mancanza importante, cioè l’assenza della relazione dei revisori, che risulta non essere mai stata redatta. Il mancato invio dei certificati al Ministero dell’Interno. Poi la mancata trasmissione della banca dati delle pubbliche Amministrazioni. Un non adeguato accantonamento nel fondo crediti di dubbia esigibilità. Tali inadempienze hanno comportato la sospensione del pagamento dovuto dal Ministero dell’Interno pari a circa 226286.36 euro. Quindi un danno o meglio una grossa sofferenza per un Comune come Valgioie. Si conclude l’intervento facendo presente una nota sempre della relazione della Corte dei Conti dove evidenzia anche l’insufficiente organizzazione ed il controllo interno. Situazione a detta del nostro gruppo, difficile ed in alcuni tratti anche imbarazzante da affrontare, perché anche da parte nostra diventa impossibile il ruolo di controllo in Consiglio Comunale. Difficile ridiscutere a distanza di mesi/anni in questo caso, tutto quello che può essere successo nel 2017 e 2018“.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale You Tube L’Agenda.