Tamponi Coronavirus a Bardonecchia: la Croce Rossa “Abbiamo bisogno della vostra collaborazione”

BARDONECCHIA – Il servizio del Comitato della Croce Rossa Bardonecchia per la comunità, in collaborazione con il Comune è di alte proporzioni. Spiegano. “Per questa ragione riaffermiamo i soli criteri urgenti per i quali è possibile essere prenotati per l’esecuzione del tampone, per il quale. Si ricorda, è richiesto la corresponsione di una tariffa pari ad 30 euro. Contatti stretti già in isolamento, al 10 giorno, il tampone è utile per la chiusura formale della quarantena. Poi sintomi parainfluenzali in corso. In tutti gli altri casi, è possibile eseguire a titolo di controllo il test sierologico capillare al costo di 20 euro”. Per informazioni e prenotazioni è possibile chiamare il numero 0122.980260 alle ore 9/12 dal lunedì al venerdì.

DALLA REGIONE

La Regione Piemonte ha attivato il sistema di prevenzione e controllo sanitario e mantiene uno stretto contatto con il Ministero della Salute. La Regione Piemonte ha attivato il numero verde 800.19.20.20 dedicato alle richieste di carattere sanitario sul Coronavirus. Il numero è attivo 24 ore su 24. Il 112 rimane il numero di riferimento per le emergenze sanitarie e altri tipi di emergenze. Per le informazioni generiche sul Coronavirus e sui comportamenti di prevenzione rimane attivo anche il numero verde nazionale 1500. Si ricorda inoltre che il numero verde regionale 800.333.444 non fornisce informazioni di carattere sanitario, ma risponde ad eventuali richieste di chiarimenti in merito alle ordinanze emesse per il contenimento del contagio da Coronavirus. Il numero è attivo da lunedì a venerdì dalle ore 8 alle 20.

IL SITO DELLA REGIONE

La piattaforma Coronavirus ha testato migliaia di utenti abilitati, i soggetti testati e i contatti di cura tra eventi ospedalieri, isolamenti, quarantene e decessi. I test sono registrati sia i tamponi sia i sierologici. Poi ci sono i test veloci sul personale scolastico. I dati sono sulla piattaforma regionale Covid 19 realizzata dal Csi-Piemonte, la cui attività è stata oggetto di audizione del gruppo di lavoro del Consiglio regionale che svolge l’indagine conoscitiva sulla gestione della pandemia. La piattaforma, che in termini tecnici conta 25 applicazioni e 30 server che gestiscono una media di 78 richieste al minuto, è nata a marzo, su richiesta dell’Unità di crisi, per rispondere in tempo reale alle esigenze emergenziali.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Aggiornamento Coronavirus: i dati di ValsusaValsangone e Cintura Ovest Torino. Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!