Susa: letture per bambini nella magica atmosfera del Castello di Adelaide Il primo appuntamento è fissato per venerdì 12 ottobre alle ore 17 con "Gli animali del bosco vanno in letargo!!!"

SUSA – L’Associazione Artemide organizza da venerdì 12 ottobre, nella magica atmosfera del Castello della Contessa Adelaide di Susa, la rassegna “Il castello dei bambini”: letture animate e laboratori per bambini dai 3 ai 10 anni. Il primo appuntamento è fissato per venerdì 12 ottobre alle ore 17 con “Gli animali del bosco vanno in letargo!!!”. Il programma per venerdì 26 ottobre “Benvenuto Autunno!”. Poi vercoledì 31 ottobre “Streghe e fantasmi: tutti pronti per Halloween”. Venerdì 9 novembre “Fate e folletti del bosco”. Quindi venerdì 23 novembre “Casette per gli uccelli per l’inverno”. Venerdì 7 dicembre “Scriviamo la lettera a Babbo Natale”. Infine venerdì 21 dicembre “Buon Natale”. Iscrizioni obbligatoria: associazione Artemide, tel. 3711607141 castellosusa@gmail.com. Costo 5 euro.

A SUSA

Susa sorge il Castello della contessa Adelaide, la donna che fu un personaggio emblematico della Valsusa e della Savoia di inizio XI secolo. Il Castello della contessa Adelaide fu infatti la dimora di colei che permise ai Savoia di espandersi al di qua delle Alpi. Situato sull’altura che domina il centro storico di Susa, a fianco dell’Arco di Augusto, il castello è intitolato ad Adelaide di Susa. L’edificio sorge dove ai tempi dei celti e successivamente dei romani si trovava il palazzo del governo. Verso l’anno mille diventa l’abitazione dei marchesi di Susa. Vi dimora la celebre marchesa Adelaide, figlia di Olderico Manfredi II e di Berta d’Este. Nel 1046 essa accoglie nell’edificio il suo sposo Oddone di Savoia. Con queste nozze la Dinastia Sabauda riceve in dote il Marchesato di Susa, il Passo del Moncenisio, la Contea di Torino, la Valle d’Aosta, molti territori e castelli liguri.

IL CASTELLO OGGI

Dopo 150 anni di uso scolastico e 15 anni di restauri, il Castello della contessa Adelaide di Susa è oggi sede del Museo Civico, della Biblioteca e dell’Archivio Storico. Il visitatore può ammirare i tesori archeologici rinvenuti sul territorio e toccare con mano il ruolo cruciale che i valichi alpini e il territorio valsusino hanno ricoperto nel millenario percorso storico dei Savoia. Un percorso per immagini spiega la storia del castello e della città di Susa.