Speciale ciaspole: gli itinerari sulla neve in Valsusa e Val Sangone Le escursioni con le racchette da neve

Le escursioni con le racchette da neve, meglio conosciute come ciaspole, stagione dopo stagione diventano una proposta sempre più importante nel panorama delle offerte sportivo-ricreative sulla neve. Ormai coinvolgono interi settori del turismo invernale, aprendo nuovi bacini di potenziali utenti: famiglie, bambini, la terza età e tutti coloro che, per caso o per scelta, non amano o non praticano lo sci. Gli sportivi, che nella vacanza invernale la filosofia dei ritmi lenti favorita da questa offerta, sono in continua crescita.

AL ROCCIAVRÈ

Il paesaggio imbiancato dell’Orsiera Rocciavrè. Il massiccio dell’Orsiera-Rocciavrè sorride alla stagione fredda mettendo a disposizione degli escursionisti facili itinerari che attraversano il paesaggio imbiancato dei valloni del rio Gerardo e del Gravio, dove il silenzio ovattato della neve è rotto solo dallo scroscio delle acque dei torrenti. Seguendo la riva del torrente Sangone si passeggia senza meta alla ricerca delle orme lasciate dagli animali selvatici. Qui la neve non frena la voglia di camminare perché basta un paio di ciaspole per provare la sensazione di galleggiare sulla candida marea bianca che si estende dallo spartiacque dell’Orsiera-Rocciavré ai boschi della Val di Susa e della Val Chisone, toccando la testata della Val Sangone. Nella stagione favorevole lungo le “vie normali” si guadagnano le vette più impegnative e rappresentative del Parco Regionale.

IL GRAN BOSCO DI SALBERTRAND

Il Gran Bosco di Salbertrand, quando tutto è coperto da un candido mantello innevato, offre infinite suggestioni da scoprire con le ciaspole, gli sci, oppure, in caso di scarso innevamento, praticando la nascente tecnica del nordic-walking. Un’occasione per vivere la montagna con un approccio silenzioso e rispettoso, per conoscere l’area protetta nei suoi aspetti naturalistici e culturali, per ascoltarne le voci del bosco e scoprire le tracce lasciate sulla neve dai suoi abitanti. Esiste un regolamento di fruizione del parco regionale secondo cui l’accesso può avvenire esclusivamente sulle strade o sui sentieri segnalati. Per gli appassionati di ciaspole sono stati individuati alcuni percorsi corrispondenti ai “sentieri del Gran Bosco”, segnalati sulla cartina del parco.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale YouTube L’Agenda News.