Situazione a Gaza: l’Italia condanna fermamente il lancio di razzi L'Italia esorta tutte le parti a mostrare moderazione

GAZA (ISRAELE) – Situazione a Gaza: l’Italia condanna fermamente il lancio di razzi (Ministero Esteri Italia).

MISSILI A GAZA

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiano segue con profonda preoccupazione l’escalation a Gaza e le notizie di vittime tra i civili palestinesi. L’Italia condanna fermamente il lancio di razzi verso il territorio israeliano e ribadisce il diritto di Israele di garantire la sicurezza dei propri cittadini. L’Italia esorta tutte le parti a mostrare moderazione per prevenire un’escalation delle ostilità, che causerebbe ulteriori vittime e dolore tra i civili. Questa nuova ondata di violenze conferma ancora una volta la necessità di rilanciare gli sforzi diplomatici per raggiungere una soluzione equa e duratura del conflitto israelo-palestinese.

35 PERSONE MORTE

Secondo le forze armate israeliane, delle 35 persone morte a Gaza durante l’operazione militare “Breaking Dawn”, 15 sarebbero state uccise dai razzi sparati dalla Jihad islamica contro Israele ma caduti nella Striscia. Le cifre sono state riferite da Ran Kochav, portavoce delle forze israeliane, secondo quanto riportato dalla testata The Times of Israel. Altre 11 vittime, ha aggiunto il portavoce, non erano affiliate ai gruppi islamisti presi di mira dalle forze israeliane. Il bilancio provvisorio delle vittime civili dell’operazione è dunque di 26 morti, ha spiegato Kochav, mentre sarebbero 9 le persone uccise dai raid israeliani in quanto ritenute appartenenti alla Jihad islamica.

L’AGENDA, TUTTE LE NOTIZIE! COME?

Visita il sito internet. Iscriviti alla pagina Facebook, clicca “Mi Piace” e non perderti più nemmeno una notizia! Segui L’Agenda su InstagramTwitter e YouTube.