Scuola calcio a Chiomonte: le precisazioni del Sindaco "Diverse persone mi hanno sollecitato un chiarimento sulla vicenda della scuola calcio estiva"

calcio

CHIOMONTE – Scuola calcio a Chiomonte: le precisazioni del Sindaco. Roberto Garbati scrive: “A proposito della scuola calcio a Chiomonte. Diverse persone mi hanno sollecitato un chiarimento sulla vicenda della scuola calcio estiva gestita nel 2020 a Chiomonte dal signor Piantella detto Pilli. Conclusi alcuni impegni non rinviabili, dopo le necessarie verifiche, il 13 aprile ho telefonato a Piantella per dirgli, innanzitutto, che ritenevo censurabile la sua scelta di pubblicare a fine marzo sui “social”, senza avvisare di ciò la nostra amministrazione Comunale (AC), la sua decisione di cancellare i corsi 2021. Dopo che si era già condiviso nell’inverno 2020-2021 un accordo a cui mancava solo l’entità dei contributi a suo favore (nel 2020 pari a € 1.220,00). Solo pochi giorni dopo sarebbe stato peraltro possibile assumere precisi impegni economici al riguardo (bilancio preventivo approvato; sottoscritta la convenzione con Iren). Sino ad allora gli avevo comunque garantito una cifra (400 euro per la pulizia quotidiana dei bagni) che in caso di indisponibilità di bilancio mi sarei impegnato a pagare personalmente”.

IL COMUNE

Prosegue il sindaco di Chiomonte in merito alla scuola calcio: “Con educazione, ma senza incertezze, respingo le accuse circolate in rete di disinteresse da parte del Sindaco o della Giunta. All’inizio del 2020 il Comune ha investito 10.000,00 euro per la sistemazione del campo a 9, messo poi a disposizione di Piantella, così come i campi tennis e calcetto. Inoltre Piantella prevedeva che nel mese di agosto si sarebbero avvicendate settimanalmente 3-4 squadre in ritiro a Chiomonte. Ma che poi non si sono viste, forse a causa della situazione pandemica, ma certo non per colpa dell’AC. Piantella afferma però che, rispetto al 2020, non dispone più di persone che svolgano attività a bassi costi. Gli ho segnalato che, sempre su Facebook, alcune persone si erano già offerte di svolgere a titolo di volontariato alcune attività, ma lui ha risposto che non ne sapeva nulla.

LE ALTERNATIVE

“Mi dispiace molto, anche per le mie due nipotine, che l’anno scorso avevano partecipato all’iniziativa con grande divertimento e attendevano ansiose di riprendere l’attività. Cercherò di trovare alternative adeguate, anche se i tempi ormai sono davvero stretti. Chi vorrà approfondire l’argomento non esiti a contattarmi: gli invierò un resoconto dettagliato. Sarà comunque fatto ogni sforzo affinché non si ripetano simili inconvenienti in futuro”.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Metti mi piace alla pagina YouTube dell’Agenda.