San Giorio: domenica 1° maggio tutti sotto il castello per la Festa di San Giors Processione con la partecipazione di Sposi, Nobiltà, Pastorelle e Spadonari, figuranti della Soppressione del Feudatario

san giorio feudatario

SAN GIORIO – La festa patronale di San Giorio aspetta tutti oggi, domenica 1° maggio.

LA SOPPRESSIONE DEL FEUDATARIO

Domenica 1° maggio. Processione con la partecipazione di Sposi, Nobiltà, Pastorelle e Spadonari, figuranti della Soppressione del Feudatario. Sugli spalti del Castello, lato ovest come in origine, andrà in scena la rappresentazione storico-leggendaria della Soppressione del Feudatario, con al termine la Gironda in piazza Velino. Alle 16 la partenza da piazza Micellone della sfilata del Gruppo Folcloristico di San Giorio.

san giorio festa

IL CASTELLO

Il Castello di San Giorio di Susa, antica rocca è oggi teatro di rievocazioni. Il castello è ubicato su uno sperone roccioso che domina l’abitato di San Giorio in Valsusa. La sua vista spazia da Bussoleno a Sant’Antonino di Susa. Il nucleo più antico del castello, quello superiore, risale al X secolo. In questo luogo sorgeva un fortilizio romano. San Giorgio viene citato per la prima volta nel 1001 d.C. quando l’imperatore Ottone III di Sassonia attribuisce a Olderico Manfredi II la signoria sul paese e su diversi centri abitati della zona. Olderico, marchese di Torino e Susa era padre di Adelaide, la nobildonna che impalmando Oddone di Savoia permise ai sabaudi di espandersi al di qua delle Alpi. Infine nel 1029 dona l’edificio all’Abbazia di San Giusto a Susa.

NOTIZIE DELLA VALSUSA, VAL SANGONE E CINTURA DI TORINO

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale YouTube L’Agenda News.