A Saluzzo nel week end il ventesimo raduno del primo raggruppamento Alpini Tre giorni di festa per le penne nere, lo scorso anno ospitate a Susa: previsti almeno ventimila arrivi

SALUZZO – Da venerdì a domenica Saluzzo ospiterà il 20° raduno del 1° raggruppamento ANA con una previsione di almeno ventimila presenze tra cui migliaia di alpini del Nord ovest italiano, di Piemonte, Liguria, Valle d’ Aosta e Francia.

Al grande appuntamento saranno presenti le sezioni ANA: Vercelli, La Spezia, Genova, Imperia, Savona, Francia, Domodossola, Omegna, Intra, Valsesia, Valdostana, Biella, Ivrea, Novara, Casale Monferrato, ValSusa, Acqui Terme, Alessandria, Asti,Pinerolo, Ceva, Torino, Mondovì, Cuneo e la sezione padrone di casa ABA Saluzzo.

Il programma

Il programma, come h aha illustrato in conferenza stampa il presidente Ana Monviso Mauro Barbieri, si aprirà venerdì 6 ottobre alla ex caserma Musso  con l’incontro dibattito sulla Grande Guerra per le scuole superiori, al pomeriggio verranno inaugurate la mostra tematica sulla Guerra del ’15-18 e quella di cartoline.

Sabato 7 ottobre in mattinata i saluti a palazzo comunale del presidente nazionale Ana Sebastiano Favero e del sindaco Mauro Calderoni ai presidenti di sezione.

Nel pomeriggio l’arrivo al monumento degli alpini in via Beato Ancina, del labaro nazionale decorato di 216 medaglie d’oro, seguito dalla messa solenne in Duomo celebrata dal vescovo Cristiano Bodo. In piazza Cavour la consegna della cittadinanza onoraria alla Brigata alpina Taurinense.

“Notte Verde Alpina” venerdì e sabato sera con concerti corali e di bande per la città e in piazza Cavour, dove si esibiranno la Fanfara Alpina di Moretta e la Banda città di Saluzzo.

Sabato sera e domenica i negozi saranno aperti grazie alla sinergia tra Ana, Ascom e l’assessorato al Commercio del Comune e tutte le vetrine degli esercizi commercaili sarnno addobbate a tema.

In piazza Vineis, in corso Italia, verrà allestita una maxi tribuna da 540 posti per  le autorità civili, militari ed i rappresentanti istituzionali. Previste misure di limitazione del traffico veicolare, in modo particolare domenica, ma il centro dovrebbe essere già aperto dalle prime ore del pomeriggio.  Verranno comunicate indicazioni in merito.

Al raduno parteciperanno 1.180 gruppi comunali, 24 sezioni, 60 gruppi. La giornata clou sarà domenica 8 ottobre con la sfilata in città che partirà da via Giovenale Ancina, all’angolo con via Trento, intorno alle 9,30 e durerà circa tre ore.

Interesserà via Savigliano, corso Roma, corso IV Novembre, via Spielberg, corso Italia, corso Piemonte, piazza Montebello di fronte all’ingresso della caserma Mario Musso, via Donaudi, corso Mazzini, via Marucchi, via Peano per poi concludersi in corso XXVII Aprile, in prossimità del parco di Villa Aliberti.

Dopo la grande sfilata degli alpini, delle fanfare, dei gonfaloni comunali, labari associativi, rappresentanza di Crocerossine, il gruppo storico del Saluzzese, numerosi gruppi ospiti, alle 12,45 ci sarà il cosiddetto passaggio della Stecca dalla sezione Ana Monviso che chiuderà l’ordine di sfilamento  alla sezione di Vercelli, prima in sfilata, città che il prossimo anno ospiterà il 21° raduno.

Previsti anche due annulli postali per l’evento, predisposti dal circolo filatelico numismatico “G.B. Bodoni”: uno dedicato al capitano Mario Musso, il secondo agli alpini cuneesi caduti.

Una ventina i luoghi posteggio compresa la grande area per autobus con 250 posti, quella camper con 144 al Foro Boario, prevista inoltre un’area tende da campo nel parco di Villa Aliberti.

Le limitazioni del traffico

Venerdì 6 ottobre:  a partire dalle 18 e fino alle 24 saranno interdette la circolazione  e la sosta nelle aree mercatali, nel tratto di corso Piemonte tra via Vacca e corso Italia, in via Torino tra corso Piemonte e via Donaudi, in corso Mazzini tra via Torino e via della Resistenza, in piazza Risorgimento ed in piazza XX settembre.

Sabato 7 ottobre:  come il giorno prima a partire dalle 18 e fino alle 01 saranno interdette circolazione  e   sosta  nelle aree mercatali, nel tratto di corso Piemonte tra via Vacca e corso Italia, in via Torino tra corso Piemonte e via Donaudi, in corso Mazzini tra via Torino e via della Resistenza, in piazza Risorgimento ed in piazza XX settembre. Inoltre la sfilata inaugurale del raduno interesserà tra le 16 e le 17  corso Ancina, via Savigliano, corso Roma, via Piave, via Spielberg e piazza Risorgimento.

Domenica 8 ottobre, giornata clou della tre giorni con il momento grandioso della sfilata, a partire dalle 5 saranno interdette circolazione e sosta  nell’area di sfilata che è perimetrata da corso Piemonte, piazza C. Battisti, via Monviso, via Torino, via Circonvallazione, corso XXVII Aprile, via Savigliano, corso Roma, via Piave, via Spielberg, piazza Risorgimento.

Stessa cosa nell’area di ammassamento che interesserà corso Ancina, corso Matteotti, via Don Soleri, via Sampó, via Trento, via Fiume, via Scala, via Alessi, via antica Torino, via Capitan. Marchisio e via Cima.

La viabilità dovrebbe tornare regolare già nel pomeriggio.

Per la tre giorni delle penne nere,  sarà sospesa l’efficacia della ZTL nel centro storico, vie che saranno percorribili anche senza pass  residenti.

Tra i divieti quello del commercio itinerante ed ambulante, come sarà vietata la vendita per asporto, la detenzione ed il consumo in luogo pubblico di bevande in vetro e in lattina.

Sarà  inoltre vietato l’utilizzo di qualsiasi sistema di cottura su area pubblica, no carne alla brace ad esempio, come sarà vietata la vendita e l’utilizzo di petardi, mortaretti e bombolette spray.

25 i luoghi posteggio per un totale di 4.400 auto,  oltre  la grande area per autobus con 280 posti, quella camper con 150 al Foro Boario. Prevista inoltre un’area tende da campo nel parco di Villa Alibert

Il Manifesto del raduno ANA di Saluzzo

Il Manifesto del raduno ANA di Saluzzo