Rubiana, IX edizione di “Fiabe e Boschi”, biennale Francesco Tabusso Sabato 12 settembre inaugurazione della mostra organizzata negli spazi di villa Tabusso

RUBIANA – IX edizione di “Fiabe e Boschi”, biennale Francesco Tabusso, a Rubiana. Sono trascorsi novanta anni dalla nascita del pittore Francesco Tabusso. Una ricorrenza importante che il Comune di Rubiana e l’Unione Montana Alpi Graie, insieme all’Archivio Tabusso, non mancherà di celebrare. In occasione della nona edizione di Fiabe e Boschi, un progetto fortemente voluto e pensato dal Maestro stesso per diffondere l’amore e la conoscenza dell’arte. Con l’intenzione di sviluppare, attraverso il racconto e l’incanto della pittura, l’amore e la conoscenza della natura, del paesaggio e dei sentimenti umani. L’idea, nata nel 2007, ha visto coinvolti negli anni gli amici pittori, che hanno generosamente donato un’opera da collocare nei locali messi a disposizione dal Municipio che avrebbero costituito nel 2016 la sede della Pinacoteca comunale. In questo lungo lasso di tempo la manifestazione ha avuto grande riscontro tra il pubblico piemontese. È cresciuta con l’acquisizione di nuove opere che sono andate così a impreziosire l’allestimento permanente della Pinacoteca.

L’EDIZIONE 2020

Per l’edizione 2020 verrà inaugurata sabato 12 settembre alle ore 16.30 la mostra organizzata negli spazi di villa Tabusso. Approfondirà la giovinezza del Pittore, in particolare i suoi esordi e quelli dei suoi amici. L’esposizione metterà in risalto la collaborazione tra gli allora poco più che ventenni artisti e la rivista Orsa minore. La quale, sebbene fosse uscita in soli sette numeri a partire dal gennaio del 1952, rimane una preziosa testimonianza della volontà di costruire un nuovo clima artistico e culturale dopo le incertezze e le paure della guerra. Il comitato di redazione comprendeva Francesco Casorati, Nino Aimone, Alberto Ca’ Zorzi Noventa, Mauro Chessa, Alberto Ninotti e Francesco Tabusso, direttore responsabile. Sono state così riunite una trentina di opere giovanili dei pittori, che dialogano tra  loro insieme ai numeri della rivista Orsa minore, alle sue illustrazioni e alle immagini d’archivio. Questo grazie all’esauriente e appassionato lavoro di Pino Mantovani, curatore dell’allestimento e autore del testo in catalogo.

LA MOSTRA

Domenica 13 settembre alle ore 10.30 verrà invece inaugurata negli ampliati locali della Pinacoteca Comunale Francesco Tabusso di Rubiana la mostra “Il bianco e il nero. Viaggio con i Maestri del Novecento Piemontese“. Un’esposizione incentrata sull’antitesi cromatica per eccellenza, tra acquerelli, chine e acqueforti. Da Calandri a Soffiantino, da Spazzapan a Mastroianni. Un percorso affascinante e variegato in cui è la forza del segno a liberare la carica emozionale dell’osservatore. La Rassegna curata da Marco Marzi sarà inoltre accompagnata dalla presentazione ufficiale delle nuove acquisizioni – a firma di Sergio Albano, Gino Balzola, Piero Cerato, Giorgio Ramella, Daniela Baldo e Gabriele Garbolino Ru’ – che andranno a impreziosire l’allestimento permanente della Pinacoteca. Il tema del bianco e nero sarà per di più, da un punto di vista rappresentativo, oggetto della mostra fotografica “Artisti contemporanei piemontesi”, a cura di Renzo Miglio. Una proposta di suggestivi ritratti di alcuni dei Maestri che hanno contribuito, con il trascorrere del tempo, all’arricchimento della collezione della Pinacoteca.

GLI ORARI

Sia l’esposizione in Villa che quella in Pinacoteca seguiranno i seguenti orari. Nei weekend da sabato 12 a domenica 27 settembre; il mattino dalle 10.00 alle 13.00 e il pomeriggio dalle 15.30 alle 18.30. Per avere maggiori informazioni in merito all’iniziativa, si invita a contattare telefonicamente il 348 44 55 959 oppure il 338 98 35 089. Altrimenti, è possibile inviare una mail all’indirizzo info@archiviotabusso.it.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Elezioni a Sestriere. Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!