Con i robot dell’Istituto Ferrari di Susa i Robot per la Marcia della Pace a chi non può partecipare

Susa Istituto Ferrari

SUSA – Un robot dal Ferrari di Susa per abbattere le distanze e permettere anche a chi non può fisicamente di partecipare alla Marcia della Pace da Perugia ad Assisi. I robot sono stati messi a disposizione gratuitamente dall’Istituto Enzo Ferrari di Susa, una delle scuole che da inizio 2021 utilizzano questi strumenti per l’inclusione dei propri studenti. Domenica Guglielmo Mezzanotte, studente umbro con disabilità che frequenta l’Università degli Studi di Perugia, e Giampiero Griffo, dell’Osservatorio nazionale delle persone con disabilità utilizzeranno gli strumenti. Entrambi saranno “presenti” all’iniziativa grazie alla tecnologia che consente a persone prendere parte a qualsiasi evento in “telepresenza”.

IL ROBOT

Il robot dell’inclusione, già utilizzato in scuole, ospedali, università e associazioni, sarà messo a disposizione dalla società di Torino con cui Silvia Camillucci del Cesvol Umbria e Andrea Tonucci di Associazione Vita Indipendente sono in contatto per avviare la sperimentazione. Spiegano dal Centro Servizi Volontari dell’Umbria. “Alla Marcia della Pace, che diventerà un’occasione per portare all’attenzione il tema del “prendersi cura”, ci saranno appunto due robot collegati da remoto: uno con Mezzanotte, che farà il percorso della Marcia, a distanza ma come se fosse lì, insieme agli amici che la percorrono fisicamente, e l’altro con Griffo. Questi, alla Rocca di Assisi, parteciperà alla chiusura della manifestazione interagendo con i presenti grazie al robot. L’esperienza è resa possibile grazie alle rete nazionale dei Centri di servizio per il Volontariato Csvnet, che ha creato connessioni e sinergie virtuose, e la fattiva collaborazione del Csv dell’Umbria“.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale YouTube L’Agenda News.