Rivoli: sit-in silenzioso in Via Piol contro le morti sul lavoro con PD, Azione, M5S e +Europa

RIVOLI – Rivoli: sit-in silenzioso in Via Piol contro le morti sul lavoro con PD, Azione, M5S e +Europa (Comunicato PD Rivoli).

A RIVOLI MANIFESTAZIONI CONTRO LE MORTI SUL LAVORO

Alleanza Sinistra Italiana, Azione Rivoli, Italia Viva, Movimento 5 Stelle, PD, +Europa e i gruppi d’opposizione organizzano un momento pubblico che spiegano. “Basta morti sul lavoro! Ancora un dramma sul lavoro. A Rivoli, mercoledì 5 ottobre, è crollato un ponteggio, dove in quel momento si trovavano tre operai: l’impalcatura era alta sei piani. Tutti sarebbero feriti gravemente. Gli incidenti sul lavoro sono in continuo aumento e sul nostro territorio purtroppo sono già diversi quelli accaduti recentemente. Le cause del crollo sono tutt’ora in fase di accertamento, ma è probabile si tratti del cedimento di parte dell’impalcatura avvenuto durante i lavori di ristrutturazione della facciata di un palazzo. La presenza di alcuni alberi di grosse dimensioni ne avrebbero evitato il crollo completo. E’ necessario mobilitarsi insieme ai sindacati e alle associazioni per dire basta alle morti sul lavoro”.

LA MANIFESTAZIONE

“Le forze politiche del centro sinistra organizzano un sit-in silenzioso per sabato 15 ottobre alle ore 16 in via Piol, di fronte al monumento “Caduti sul Lavoro”. Seguirà la presentazione in Consiglio Comunale di una mozione che possa dare concretezza alla manifestazione. La mozione chiederà all’amministrazione di organizzare la giornata sulla sicurezza sul lavoro coinvolgendo enti formativi e professionali, sindacati e giovani prossimi a entrare nel mondo del lavoro. Riteniamo che la formazione sia il primo modo per sensibilizzare i lavoratori e per far capire quanto siano importanti i dispositivi di protezione individuale e l’osservazione delle norme che permettono di lavorare in sicurezza”.

L’AGENDA, TUTTE LE NOTIZIE! COME?

Visita il sito internet. Iscriviti alla pagina Facebook, clicca “Mi Piace” e non perderti più nemmeno una notizia! Segui L’Agenda su InstagramTwitter e YouTube.