Crea sito

Rivoli: ritrovato il dipinto trafugato dai Nazisti E' adesso nella collezione di Villa Cerruti

Alberghina Ottica

RIVOLI – Un dipinto rubato dai nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale è ora in esposizione a Rivoli. La lunga storia del dipinto è ben narrata dalla giornalista Desirée Maida sul giornale online Artribune. Si tratta di un opera di realizzata da Jacopo di Arcangelo detto del Sellaio. La tela prende il titolo di Madonna col Bambino, san Giovannino e due angeli. Si tratta di arte italiana rinascimentale. La tela fu acquistata dalla famiglia Gustav Arens di Vienna. Alla sua il dipinto fu ereditato dalla figlia maggiore Ann Arens e sequestrato con l’intera collezione dai nazisti. Nel 1938, a causa delle persecuzioni razziali, la proprietaria  fuggì prima in Francia poi negli Stati Uniti.

L’OPERA DI JACOPO DEL SELLAIO TRAFUGATA DAI NAZISTI

Dopo la Seconda Guerra Mondiale, gli Unger recuperarono parte del loro patrimonio artistico, ma del dipinto di Jacopo del Sellaio si era perdute le tracce. Adesso ecco il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea e la Fondazione Francesco Federico Cerruti per l’Arte. Il dipinto di Jacopo del Sellaio, creduto perso, rubato dai nazisti alla una famiglia ebraica viennese, è stato scoperto dal Museo del Castello di Rivoli tra le opere della collezione Cerruti. Oggi, grazie a un accordo siglato con i discendenti della famiglia, è esposto a Villa Cerruti.

LA COLLEZIONE

Una collezione privata di altissimo pregio frutto della vita discreta e riservata di Francesco Federico Cerruti (Genova, 1922 – Torino, 2015), imprenditore scomparso nel 2015 all’età di 93 anni. Quasi trecento opere scultoree e pittoriche che spaziano dal medioevo al contemporaneo, con libri antichi, legatorie, fondi d’oro, e più di trecento mobili e arredi tra i quali tappeti e scrittoi di celebri ebanisti. Capolavori che vanno dalle opere di Sassetta, Bernardo Daddi e Pontormo a quelle di Renoir, Modigliani, Kandinsky, Klee, Boccioni, Balla e Magritte, per arrivare a Bacon, Burri, Warhol, De Dominicis e Paolini.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Gesim Immobiliare